BI24_2010/2020_DAL MONDO DEI MOTORI. A Crevacol, due giorni dedicati alle evoluzioni sul ghiaccio dell’Ice Trophy

A Crevacol è stato un fine settimana con i “re del ghiaccio”. Sabato e domenica scorsi è andato in scena l’Ice Trophy, campionato italiano riservato alle moto con ruote chiodate. Due giorni sul ghiaccio aostano ad ammirare i pioti in gara, in una competizione davvero spettacolare. L’edizione 2020-2021, lo ricordiamo, sfortunata sia per il Covid-19 sia per le condizioni meteo che avevano costretto gli organizzatori ad annullare l’inverno scorso la gara di Pragelato, è ormai alle spalle. Domenica 23, dopo le prove libere del giorno prima, si è aperta così la terza edizione della manifestazione e l’attesa è stata ampiamente ripagata. Al termine delle gare è arrivata la soddisfazione del presidente del Mc Ttn Racing Club di Novara, Alessandro De Gregori, vero e proprio “regista” dell’evento (a sinistra nella foto di gruppo, con a fianco Rocco Lopardo, numero due della Fmi nazionale e Davide Lombardi, delegato regionale Fmi Val d’Aosta).
“Tornare in pista e assistere alle evoluzioni di questi straordinari campioni – ha commentato De Gregori – è stato bellissimo dopo le difficoltà seguite all’emergenza pandemica. Non si può fermare lo sport che, pur nel rispetto delle regole, deve proseguire perché è fonte di spensieratezza per gli spettatori e, grazie all’indotto, motivo di ripartenza per le economie dei territori. Ora – ha aggiunto De Gregori – siamo già pronti per il prossimo appuntamento”. L’Ice Trophy 2021-2022, vale sottolinearlo, è stato organizzato sui tracciati ghiacciati di Crevacol dai Motoclub Ttn Racing Club di Novara e Pollein di Aosta, supportati dalla Federazione motociclistica italiana. Per partecipare era sufficiente la licenza Fmi 2022, una moto o un quad, gomme chiodate e, soprattutto, tanta voglia di divertirsi.
I primi tre classificati delle gare di Crevacol. Open 1) Federico Novara su Ktm 2) Alessandro Vernero su Ktm 3) Andrea Boscoscuro su Ktm. Stock 1) Alessandro Vernero su Ktm 2) Giorgio Lino Cantalupo su Kawasaki 3) Yann Plat su Honda. m 3) Andrea Boscoscuro su Ktm. Gp 1) Giorgio Lino Cantalupo su Kawasaki 2) Yann Plat su Honda 3) Luca Casagrande su Yahama. Open 1) Andrea Bianciotto su Honda 2) Davide Brunet su Ktm 3) Julien Paul Cheillon su Husaberg. Stock 1) Alessio Bonetta su Yamaha 2) Alberto Tron su Sukuki 3) Alessandro Colombo su Yamaha. Gp 1) Alessandro Baggi su Honda 2) Paolo Cariddi su Honda 3) Marco Berto su Yamaha.

I commenti sono chiusi.