BI24_2010/2020_IL BIELLESE NEL MONDO. In questo momento, ‘Fila’ è a fianco di Silvio Soldini nella “Rorc Transatlantic Race”

Ha preso il via sabato scorso 8 gennaio, l’attava edizione della “Rorc Transatlantic Race”, organizzata dal ‘Royal Ocean Racing Club’ in collaborazione con lo Yacht Club de France. Maserati Multi 70 e le altre imbarcazioni iscritte alla regata, sono partite da Lanzarote e percorreranno 2995 miglia superando le Canarie e navigando attraverso l’oceano Atlantico fino al traguardo a est dell’Isola di Grenada, nei Caraibi Orientali, con lo sguardo rivolto al record di 5 giorni, 22 ore, 46 minuti e 03 secondi, stabilito dal “Mod70 Phaedo 3 di Lloyd Thornburg” nel 2015.
Sulla starting line, Giovanni Soldini saluta il ritorno a bordo di “Fila”, marchio sportivo con una storia di sfide e innovazioni lunga più di 110 anni e partner di gloriose imprese oceaniche fin dal 1996. In comune oltre a un passato di avventure e primati nella navigazione d’altura che ha lasciato record indelebili e prodotto anche una giacca da vela entrata nell’immaginario collettivo, ci sono l’audacia, la performance intesa come luogo dove misurarsi con se stessi e gli elementi, la forte tensione verso il nuovo. Il sodalizio oggi si rinnova e, dalla linea di partenza, Soldini e “Fila” partono ancora una volta insieme, verso gli orizzonti più estremi del 2022.
“Prevediamo una regata bella e avvincente anche se la situazione meteo in questo momento appare complicata da una depressione piuttosto bassa che fa sparire l’Aliseo e quindi la rotta classica per i Caraibi si annuncia lenta e con poco vento. Forse la soluzione sarà andare a cercare venti più stabili attorno alla bassa e quindi fare una rotta nord con il rischio però di rimanere senza vento nella seconda parte del percorso – spiega Giovanni Soldini -. La gara sarà molto combattuta con tre barche uguali, Maserati Multi 70, PowerPlay e Argo e Ultim Emotion 2, più grande e molto pericoloso”.

I commenti sono chiusi.