BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Romano, Polizia Penitenziaria: “In 10 giorni, contagi covid aumentati del 122% nelle carceri…”

_Gerardo Romano (rappresentante Osapp)
Un aumento del 122% di contagi nelle carceri in soli 10 giorni tra personale e detenuti nelle carceri è una notizia più che devastante (dai 989 casi del 27 dicembre ai 2224 casi di ieri 6 gennaio) che dimostra la pericolosità di una situazione che era stata più volte denunciata. Si auspicava infatti, come l’Osapp aveva chiesto più volte che, come avviene per il personale di Polizia Penitenziaria e per gli altri lavoratori penitenziari, l’ingresso negli istituti penitenziari avvenisse previa esibizione del greenpass come invece tuttora non è né per i familiari-congiunti che accedono ai colloqui con i ristretti, nè per i legali e gli appartenenti alle associazioni di volontario.
Altrettanto, era stato richiesta vanamente dal sindacato la sospensione sul territorio dei servizi di traduzione e trasporto dei detenuti tra le varie sedi delle carceri e verso le aule di giustizia in quanto veicoli della diffusione del contagio . Per non parlare, infine, della grave promiscuità esistente nelle celle e negli istituti penitenziari dove vige un sovraffollamento di oltre il 30% con camere di “pernotto” che in spazi angusti ospitano contemporaneamente giorno e notte persino più di 6 detenuti alla volta. Inutile sottolineare che anche nel grave aumento dei contagi, in carcere è dimostrata la grave insufficienza dell’Amministrazione penitenziaria.

I commenti sono chiusi.