BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/1. Tanti partecipanti, per l’apericena di Natale della Lega, con Molinari come ospite d’onore

Sabato sera la partecipazione all’apericena di Natale della Lega di Biella è stata alta. Erano infatti un centinaio le persone a Palazzo Boglietti – che in questi tempi costituiscono un ottimo numero – tra militanti, sostenitori, simpatizzanti e tanti giovani. Alla presenza del Capogruppo Lega alla Camera e Segretario della Lega – Salvini Premier Piemonte, Riccardo Molinari, l’incontro è stato l’occasione per scambiarsi gli auguri di Natale e fare il punto politico del lavoro che la Lega ha fatto e sta portando avanti ai vari livelli istituzionali, dai comuni fino al Parlamento europeo.
Hanno portato i loro saluti il sindaco di Biella, Claudio Corradino, che ha sottolineato i tanti risultati raggiunti dall’amministrazione comunale, molti dei quali genereranno i risultati in futuro, il deputato del territorio, Cristina Patelli, che ha ricordato l’impegno del partito sui referendum per la riforma della giustizia e il consigliere regionale Michele Mosca, il quale ha evidenziato l’attenzione della Regione nei confronti del territorio Biellese, che si è concretizzata attraverso il riconoscimento di importanti contributi e finanziamenti. L’obiettivo per il 2022 sarà lo sviluppo delle infrastrutture e la realizzazione di una serie di eventi sportivi che hanno dimostrato di saper mettere in moto la micro economia locale.
Sono seguiti poi gli interventi degli ospiti. L’eurodeputato Alessandro Panza ha delineato il futuro dell’Europa e la linea della Lega nelle istituzioni europee, chiudendo, da responsabile del dipartimento nazionale Aree Montane della Lega, con un focus sulla montagna, tema che riveste grande importanza per il nostro territorio e che è fondamentale per il nostro movimento. Particolarmente apprezzato l’atteso discorso di Riccardo Molinari, che ha rimarcato l’atteggiamento di responsabilità del nostro partito, definito il ruolo e il contributo della Lega al governo e rivendicato risultati quali il taglio delle bollette, l’abbassamento delle aliquote Irpef, il taglio alle tasse, l’abolizione dell’Irap per le imprese individuali: la storica battaglia della Lega per dare un sostegno ai redditi più bassi, su cui Draghi ci ha ascoltato, è diventata realtà solo grazie all’entrata della Lega al Governo. E se ci ricordiamo che senza la Lega si era già cominciato a parlare di patrimoniale, si conferma una decisione presa nell’interesse della nazione piuttosto che nell’interesse del partito.

I commenti sono chiusi.