BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Preioni, Lega: “Variazione di bilancio per il territorio, aspettando una fiscalità che ci lasci le nostre risorse”

Con il voto favorevole del gruppo Lega Salvini Piemonte, il Consiglio regionale ha approvato quest’oggi la variazione del bilancio di previsione 2021-23. “Con il nostro voto – ha sottolineato il presidente Alberto Preioni a nome di tutti i consiglieri del gruppo Lega Salvini Piemonte – ringraziamo l’assessore Tronzano e i suoi uffici per il lavoro svolto. È sempre difficile elaborare una variazione di bilancio in una Regione che ancora deve fare i conti con gli effetti del piano di rientro della Sanità o con il fardello dei derivati. E questo nello scenario di uno Stato che dovrebbe essere federalista e autonomista e che dovrebbe dare molta più libertà alle Regioni perché possano mantenere le imposte sul proprio territorio e a favore delle proprie comunità. Questa è una battaglia della Lega e lo sarà fino a quando non sarà vinta. Come è nostra volontà rivedere la sciagurata riforma Delrio che mortifica le Provincie. In questo senso non possiamo che salutare con soddisfazione i 3,88 milioni che il provvedimento approvato oggi destina al funzionamento di questi Enti tanto importanti, compresi la polizia provinciale e i servizi ambientali”.
“Una variazione – aggiunge il presidente Preioni – che ha comunque il grande valore di essere attenta alle peculiarità del nostro Piemonte. Ci sono risorse per i distretti del cibo, e sappiamo quanto siano importanti le nostre eccellenze enogastronomiche, ci sono fondi per i volontari dei vigili del fuoco, ci sono due milioni e mezzo di euro per la manutenzione degli impianti a fune: un preciso impegno politico di questa maggioranza perché tragedie come quella Mottarone non si ripetano mai più. E poi un milione di euro sulla legge 38 per la prevenzione del dissesto idrogeologico e 200mila euro per i risarcimenti dei danni causati dai lupi. Questo aspettando un efficace piano di selezione sul modello francese, in difesa degli allevatori e degli altri custodi delle nostre montagne”.
“Abbiamo poi approvato il rinvio al 31 ottobre 2025 del pagamento del bollo auto per i taxisti – conclude il capogruppo della Lega –, partite Iva che pur duramente colpite dal Covid continuano a tenere in piedi il nostro Paese. Quindi 650mila euro per la medicina di base per i senza fissa dimora: una proposta di buonsenso che arriva dalle minoranze ma che noi come Lega, e con i nostri 23 voti, abbiamo appoggiato senza esitazioni, come sempre avviene in questi casi. Quando si parla di sociale e di aiuto per più fragili per il nostro movimento non esistono classificazioni destra/sinistra. E non avremo mai paura di dire sì a istanze che in questo senso arrivano dalle opposizioni. Infine 10 milioni di euro sul contratto Trenitalia: un intervento che dimostra la saggezza di questa maggioranza, che vuole evitare nuovi tagli al servizio dei pendolari nonostante un debito pregresso di un centinaio di milioni”.

I commenti sono chiusi.