BI24_2010/2020_VOCI DA ROMA/1. Zoffili, Lega: “Uccisione Giri: il killer deve scontare una pena adeguata. Interrogazione a Di Maio”

_Eugenio Zoffili (Deputato Lega)
L’uccisione del giovane ricercatore italiano Davide Giri, barbaramente assassinato giovedì 2 dicembre a New York mentre rientrava alla Columbia University, presenta degli aspetti che a mio avviso necessitano di essere chiariti. Il responsabile dell’omicidio risulta essere il 25enne Vincent Pinkney, afroamericano di Harlem, pregiudicato più volte arrestato per crimini violenti e a piede libero malgrado la propria appartenenza ad una fra le bande newyorkesi più aggressive, che ha già beneficiato in passato di importanti sconti di pena.
Per questo motivo, anche alla luce di un incomprensibile silenzio calato sulla vicenda sia da parte della stampa statunitense che da quella italiana, ho ritenuto opportuno presentare un’interrogazione al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, chiedendo quali iniziative il Governo italiano intenda assumere per sensibilizzare le autorità e l’opinione pubblica americane sull’accaduto e per garantire che l’assassino sconti una pena adeguata alla gravità e brutalità del suo crimine.

I commenti sono chiusi.