BI24_2010/2020_IN FORMA CON DAVIDE. Female fitness – parte 2: speciale cellulite

_Davide Moioli (Personal Trainer)
Nella prima parte di questo articolo dedicato al fitness “per lei” ho introdotto brevemente argomenti come il grasso ginoide ed androide, il quadrante dei “finti magri”, l’attività fisica durante il ciclo e in gravidanza; in questa seconda parte comincerò a parlare di cellulite. Il termine tecnico è panniculopatia edemato-fibro-sclerotica (PEFS) e si tratta di un disturbo degenerativo del pannicolo adiposo sottocutaneo. Si distinguono diversi stadi. Uno edematoso: ristagno di liquidi, la pelle comincia ad essere pastosa ed appaiono i primi segni della “buccia d’arancia”; è una condizione facilmente reversibile. Uno fibrotico: compaiono i noduli, la “buccia d’arancia” diventa evidente, la pelle più fredda, il colorito non è più uniforme e si avverte un leggero dolore al tatto; si può ancora fare molto. E uno stadio sclerotico, in cui i noduli aumentano e compaiono i primi segni di insufficienza venosa o linfatica; suddiviso a sua volta in un primo stadio sclerotico molle, in parte ancora migliorabile e in un ultimo stadio sclerotico “a materasso”, irreversibile.
Per quanto riguarda la PEFS, sono state individuate ben ventisette tra cause scatenanti e concause peggiorative: 1. razza/etnia (caucasica e negroide le più colpite); 2. famigliarità cellulitica; 3. problemi ormonali, 4. utilizzo di anticoncezionali orali; 5. fumo; 6. poca massa muscolare; 7. sedentarietà; 8. poca attività fisica; 9. pochi esercizi di stretching; 10. pochi esercizi di respirazione; 11. eccesso di attività fisica; 12. stress; 13. carenza di sonno
14. carenza di riposo; 15. obesità; 16. dimagrimenti drastici; 17. acidosi tissutale; 18. eccesso di sodio; 19. disalimentazione; 20. alterazioni nel compartimento idrico; 21. scarsa assunzione di acqua; 22. abuso di alcool; 23. indumenti costrittivi; 24. calzature inadatte; 25. vizi posturali; 26. sauna/infrarossi; 27. eccessiva esposizione a raggi UVA. Di tutte queste cause, soltanto le prime due sono genetiche: ciò significa che abbiamo ben venticinque fattori sui quali possiamo intervenire. Significa anche che… Per leggere l’articolo completo: https://www.davidemoiolitrainer.it/blog/

I commenti sono chiusi.