BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Preioni e Caucino, Lega: “Grazie a noi, un milione di euro per fare mangiare i poveri”

Grazie alla Lega un milione di euro sarà destinato alla distribuzione di derrate alimentari per i bisognosi. Nella seduta di questa mattina, infatti, la Quarta commissione Sanità ha recepito all’unanimità una modifica transitoria al Regolamento regionale sui Beni invenduti che permetterà di destinare alle associazioni di volontariato le risorse previste da un atto proposto dal gruppo Lega Salvini Piemonte sul bilancio 2021.
“Un impegno preciso che abbiamo voluto fare nostro in un momento difficile come quello della pandemia – ha dichiarato il presidente Alberto Preioni a nome di tutti i consiglieri regionali della Lega – comprendendo che il Covid non solo stava minacciando la salute dei piemontesi, ma stava altresì scatenando conseguenze gravissime sulla tenuta economica e sociale delle nostre comunità. Per questo motivo, di concerto con la giunta e con il nostro assessore al Welfare Chiara Caucino, abbiamo chiesto e ottenuto che venisse stanziato un milione di euro per sostenere ulteriormente le reti di volontariato che si occupano della distribuzione di cibo ai più poveri. Associazioni con le quali abbiamo avuto un lungo e proficuo confronto e che hanno a più riprese richiamato le loro difficoltà non tanto nel reperire le derrate alimentari, quanto nella loro conservazione e nella loro distribuzione”.
“Con il via libera definitivo di oggi – spiega nel dettaglio il presidente Preioni – verranno destinati 900mila euro in conto capitale per l’acquisto delle attrezzature necessarie per ovviare a questi problemi logistici e garantire il rispetto della cosiddetta ‘catena del freddo’, mentre 100mila euro serviranno a coprire le spese gestionali e di personale. L’ennesima dimostrazione di una politica concreta, che parla coi fatti e che non lascia indietro nessuno, specialmente in una battaglia non solo sanitaria qual è quella contro il Covid 19. A proposito, il mio ringraziamento va a tutti i consiglieri che si sono impegnati in prima persona nell’indicare questa priorità e raggiungere l’obiettivo insieme con la nostra giunta”.
“Si tratta di un provvedimento di particolare portata – aggiunge l’assessore regionale al Welfare, la leghista Chiara Caucino – in quanto per la prima volta il regolamento sui Beni invenduti viene modificato, seppur provvisoriamente, all’unanimità dalla Quarta commissione. E il tutto viene fatto per un fine davvero nobile. Dopo il passaggio in giunta, oggi possiamo sbloccare il milione di euro già messo a bilancio e finalizzato a reperire, conservare e distribuire le derrate alimentari destinate ai più bisognosi, all’acquisto di mezzi, come furgoni, celle frigorifere e altre attrezzature per il loro stoccaggio e la loro distribuzione e al supporto informatico utile a raggiungere l’obiettivo”.
“Questa iniziativa assume un valore ancora più importante – prosegue Caucino – in quanto è stata assunta in un momento storico molto particolare, caratterizzato dalle ‘ferite’ lasciate dalla pandemia sulla società piemontese, consentendo di venire davvero incontro alle esigenze dei più fragili, di chi ha difficoltà anche a mettere insieme il pranzo con la cena. Credo che sia proprio questo il compito della politica: essere vicini e risolvere, per quanto possibile, le esigenze più concrete dei cittadini, in particolare di chi si trova in uno stato di maggiore e grave difficoltà. Per la prima volta tutti i componenti della rete di protezione e inclusione sociale, grazie a questo finanziamento straordinario, potranno rafforzare la parte logistica e non soltanto l’acquisizione dei generi alimentari”.

I commenti sono chiusi.