BI24_2010/20_DAL CAPOLUOGO/1. Lo Sportello Unico Digitale all’esordio con la modulistica dei Servizi Sociali: contributi solo in via telematica

In arrivo per i cittadini, in conseguenza dell’emergenza covid 19, nuovi sostegni attraverso l’erogazione di buoni alimentari e contributo Tarip. E per accedere ai fondi sarà il settore Servizi Sociali del Comune di Biella a inaugurare la nuova piattaforma dello Sportello Unico Digitale promosso dall’assessorato all’Innovazione tecnologica. Una vera novità che avvia il Comune di Biella verso l’introduzione di servizi telematici sempre più efficaci e immediati a favore della cittadinanza. Lo Sportello Unico Digitale diventerà un punto di riferimento per cittadini, professionisti e imprese: è uno strumento pensato per rendere più semplici e veloci le relazioni tra le imprese, i professionisti, i cittadini e la pubblica amministrazione, attraverso la presentazione telematica delle istanze. Tutti gli utenti hanno ora un unico interlocutore. Nel corso dei prossimi mesi verranno implementati i servizi in arrivo dai vari settori del Comune: l’home page, che avrà a breve un collegamento diretto con il portale della Città di Biella, è già consultabile al link https://hosting.pa-online.it/096004/sportello-unico-digitale/. All’interno al momento compaiono due link con cui sono collegati l’Ufficio Concorsi dell’ente e appunto i Servizi Sociali.
Da ieri, 6 ottobre 2021, le famiglie che, in conseguenza agli effetti causati dall’emergenza COVID-19, potranno presentare nuove richieste per soddisfare il bisogno di assistenza alimentare o ricevere supporto nel pagamento delle utenze domestiche, specificamente la TARIP. La Giunta Comunale ha infatti deliberato in data 28 settembre 2021 gli indirizzi e le modalità per organizzare l’erogazione degli ulteriori contributi statali pervenuti. Per gli aventi diritto a queste nuove misure di supporto non ci sarà formazione di alcuna graduatoria o attribuzione di punteggi ma dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti: devono essere residenti a Biella; essere in difficoltà economica a causa dell’emergenza sanitaria dimostrando di aver subito una riduzione o interruzione dell’attività lavorativa; aver perso il lavoro dopo il 2020 a causa dell’emergenza Covid. Per quanto riguarda l’assistenza alimentare è stato inserito un ulteriore requisito ed è quello di non essere percettore di Reddito di Cittadinanza mentre, per le utenze domestiche (TARIP) possono fare richiesta solo quei nuclei familiari che non abbiano maturato morosità antecedenti al 2020.
I cittadini potranno scegliere a quale dei due contributi accedere (buoni spesa o contributi economici per le utenze domestiche – TARIP) che saranno erogati, in esito alla raccolta delle istanze, che avverrà esclusivamente per via telematica attraverso l’accesso allo Sportello Unico Digitale autenticandosi con Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o similari (CRT, TS-CNS), al link che verrà indicato sul sito istituzione del Comune di Biella – Area tematica Casa e Politiche Sociali – Sezione Buoni Spesa-Tarip. La raccolta delle domande si svolgerà dal 6 ottobre 2021 e si concluderà alle 12.00 del 26 novembre 2021. Il Comune di Biella si riserva la facoltà di prevedere eventuali proroghe che saranno comunicate sul sito istituzionale del Comune di Biella. E’ necessaria la sussistenza di tutte le condizioni/criteri descritti, per cui nel caso in cui il nucleo non fosse in possesso, anche solo di uno, dei requisiti per l’accoglimento dell’istanza, la procedura informatica non consentirà il proseguimento dell’istruttoria.
L’erogazione dei buoni spesa, coprirà il fabbisogno una-tantum di generi alimentari ed i valori economici dipendono dalla composizione del nucleo familiare. Gli aventi diritto riceveranno carnet di voucher cartacei del valore nominale di € 10,00 che saranno spendibili presso un circuito di esercizi convenzionati consultabile sul sito istituzionale del Comune di Biella del seguente valore: nucleo familiare composto di n. 1 o 2 persone € 300; nucleo familiare composto da n. 3 a 4 persone € 400; nucleo familiare composto da oltre n. 4 persone € 600; nucleo familiare che abbia morosità riferita ad un solo anno (2020 o 2021) € 200; nucleo familiare che abbia morosità riferita al biennio (2020-2021) € 400; nucleo familiare che non abbia morosità € 200. In quest’ultimo caso la somma verrà destinata, per il beneficiario, al saldo della tariffa 2021 ed acconto per l’anno 2022.
Spiega l’Assessore Isabella Scaramuzzi: “Come sta già avvenendo per la richiesta dei contributi Ato, abbiamo variato, rispetto alle precedenti erogazioni, sia le modalità di presentazione delle domande che dovrà essere fatta unicamente on-line attraverso l’accesso allo Sportello Unico Digitale autenticandosi con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o similari (CRT, TS-CNS), sia la tipologia di erogazione. Non saranno più distribuiti infatti singoli buoni cartacei, ma blocchetti di voucher del valore singolo di 10,00 euro spendibili nei centri convenzionati. Abbiamo comunque pensato che, trattandosi di nuove modalità, che sempre più spesso saranno utilizzate nei rapporti tra cittadino e pubblica amministrazione, fosse comunque necessario fornire un supporto al cittadino; per questo abbiamo attivato uno sportello telefonico apposito che supporterà l’utente alla compilazione della domanda e che sarà attivo nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì dalle 8.30 alle 12.30. Il numero che verrà attivato dal 6 ottobre è: 335.1308752 e sarà comunque possibile anche scrivere all’indirizzo mail buonispesa@comune.biella.it. Anche per queste erogazioni effettueremo controlli su tutti i richiedenti: per quanto riguarda la parte anagrafica in tempo reale su tutti coloro che presenteranno la richiesta, ed a campione per ciò che riguarda la veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese in fase di compilazione della domanda”.
Spiega l’assessore all’Innovazione tecnologica Massimiliano Gaggino: “Continua il processo di digitalizzazione della Città di Biella, in linea con le normative e con la collaborazione di tutti gli uffici per rendere più facilmente accessibili le varie funzionalità del Comune di Biella. In Italia il processo di digitalizzazione dei servizi risulta indietro e in ritardo rispetto ad altri Paesi, noi invece rispondiamo presente e stiamo iniziando a erogare tanti servizi in attesa dell’uscita dell’App “Biella Facile” che diventerà un punto di riferimento in possesso di ogni cittadino per interagire in maniera sempre più naturale e immediata con gli uffici comunali e i servizi da loro erogati”.

I commenti sono chiusi.