BI24_2010/20_DAL CAPOLUOGO/5. Inizia da un… murales il grande progetto “Cascina Oremo” della Fondazione Crb

Ieri è stata una giornata storica per Cascina Oremo! L’inaugurazione del cantiere del nuovo progetto di Fondazione Crb è infatti avvenuta all’interno della Giornata europea delle Fondazioni europee, iniziativa di Acri, che quest’anno ha organizzato “nonsonounmurales – Segni di comunità”, evento diffuso in quasi cento città d’Italia che ha visto coinvolte le diverse comunità nella realizzazione di un’opera d’arte corale. Gli interventi sono stati eseguiti in spazi emblematici dell’attività sociale delle Fondazioni. Ragazzi e volontari hanno realizzato un’opera originale a partire dallo stencil che ha disegnato per l’occasione l’urban artist LDB, che raffigura un bambino aiutato da un adulto. L’opera testimonia la cura della comunità nei confronti del territorio e di chi lo abita.
A Biella l’opera è stata realizzata nell’ambito dei progetti ‘Skilland’ e ‘#CommunitySchool’ in collaborazione con l’Impresa sociale ‘Con i Bambini’ ed è stata posizionata sulle pareti di Cascina Oremo. La realizzazione del murales è stata curata a Cittadellarte-Fondazione Pistoletto da un gruppo di studenti biellesi, con l’aiuto di Gioele e Francesca del collettivo Howlers Crew. L’appuntamento è stato inserito come evento nell’ambito del Forum delle Città Creative UNESCO ospitato da Biella Città Creativa.
Cascina Oremo (Orientamento, Rete, Educazione, Movimento per tutti, Ospitalità) è un immobile collocato in un asse strategico della Città di Biella che Fondazione Crb ristrutturerà e metterà a disposizione per il bene comune con un investimento di risorse per circa 10,5 milioni di euro. Un progetto ambizioso e visionario che darà vita a un polo in cui si sperimenteranno modelli formativi e orientativi nell’ambito dell’educazione dei talenti. Un luogo di scambio e circolazione di persone, idee, metodi aperto a tutta la cittadinanza e in particolare a bambini e ragazzi e alle loro famiglie. Il Consorzio Sociale ‘Il Filo da Tessere’, ‘Tantintenti’ Cooperativa Sociale Onlus, ‘Domus Laetitiae’ e ‘Sportivamente’, sono già al lavoro per la definizione delle attività.

I commenti sono chiusi.