BI24_2010/20_VOCI DA ROMA/1. Il Viceministro Pichetto: “E’andata in scena la quarta edizione del ‘Business Forum’ per le collaborazioni tra Italia e Cipro”

_Gilberto Pichetto (Viceministro Mise)
Transizione verde e digitale, infrastrutture, mobilità, pmi: le possibili collaborazioni tra Italia e Cipro per rilanciare l’economia, nell’ambito dei rispettivi Piani nazionali di Ripresa e Resilienza, sono state al centro della quarta edizione del Business Forum Italo-Cipriota. Il Forum si è svolto in questi giorni a Roma, alla presenza del Viceministro allo Sviluppo economico, Gilberto Pichetto e del Ministro dell’Energia cipriota, Natasa Pilides. Erano presenti inoltre all’incontro, il Presidente di Unioncamere Andrea Prete, il Presidente della Camera di Commercio italo cipriota Giuseppe Marino e il Direttore dell’Ice di Beirut Claudio Pasqualucci.
Il rilancio dell’economia del Mediterraneo, specialmente dopo il lungo periodo di pandemia, è una delle priorità dell’agenda del Governo italiano e, al riguardo, la cooperazione tra i paesi rivieraschi è fondamentale. Le relazioni tra Italia e Cipro sono eccellenti e continueremo a lavorare per approfondire ulteriormente la collaborazione”. Più in particolare, nel corso del Forum, sono state affrontate le priorità dei rispettivi Piani nazionali: la transizione verde e digitale, così come gli investimenti in infrastrutture e mobilità. Inoltre, si è posto l’accento sui settori della ricerca e delle attività sanitarie con l’obiettivo di acquisire in entrambi i campi una dimensione industriale attirando investimenti privati, senza dimenticare le piccole e medie imprese, che sono alla base del tessuto industriale di entrambi i sistemi economici.
Sono convinto che vi siano diverse opportunità per una più stretta collaborazione tra le nostre imprese. I progetti di potenziale interesse potrebbero riguardare innanzitutto l’ambito della transizione ecologica, con gli investimenti previsti per la modernizzazione delle infrastrutture e delle reti del sistema energetico di Cipro, lo sviluppo delle fonti di energia rinnovabile e la riqualificazione energetica degli edifici.

I commenti sono chiusi.