BI24_2010/20_DAL CAPOLUOGO/1. Il Movimento 5 Stelle: “Biella è in prognosi riservata… L’unica soluzione sono le dimissioni”

_Movimento 5 Stelle Biella
Sembra proprio una malattia la crisi dell’amministrazione comunale di Biella. Una malattia di cui non si riesce a conoscere la sua eziologia e non si riesce a curare. Si interviene sui sintomi e le cause non sono chiare. Papabili assessori, burattinai, profili altezzosi rivelatisi capaci solo a far perdere milioni di euro alla Città! Lega, Fratelli d’Italia e Forza italia sono gli attori di questa tristissima commedia, un pubblico (i cittadini) frastornato e una regia (le forze economiche di questa Città che hanno puntato su loro) che si sono trincerati in un silenzio “omertoso”, forse per la vergogna di dover ammettere che proprio questa loro scelta si è rivelata un colossale fallimento.
Una moltitudine di becere figure nazionali, una costante battaglia interna per determinare chi tra di loro sia il più forte, trascurando completamente l’interesse di una intera Città! A due anni e mezzo, cosa è cambiato? Quale discontinuità? Mentre perdiamo milioni e milioni di euro si cercano supporti che evidenziano l’incapacità amministrativa degli attuali!
Questa evidente crisi politica è in realtà una crisi più grande perché riguarda Biella. Abbiamo sperato ingenuamente in un’analisi critica di quanto è successo, auspicando un’azione amministrativa credibile e invece abbiamo dovuto assistere e prendere atto della triste realtà.
Il solito gioco di potere e il tentativo di risolverlo, ridistribuendo le poltrone. In quasi tre anni, questa maggioranza, non è riuscita né ad individuare, in condivisione, quegli obiettivi del cambiamento che tanto aveva propagandato, né tantomeno a raggiungerli. Manca una figura istituzionale di peso che possa svolgere non solo il ruolo di raccordo tra le diverse istituzioni, ma soprattutto quello di leader mediatore, equilibratore di indirizzi e obiettivi. Certo la burocrazia nella Pubblica Amministrazione è un ostacolo, ma se non si realizzano progetti, se non si ha una visione di Città che continua ad essere bloccata, le responsabilità sono esclusivamente di chi governa.
E’ una ingenuità pensare che la soluzione della crisi, si possa risolvere attraverso nuove formule di gestione, o peggio con il coinvolgimento di burattinai esterni. La risoluzione della crisi, sta nella stessa maggioranza, che deve prendere atto della propria incapacità dimostrata in questi anni e nella palese frattura interna tra le forze di maggioranza e tra le stesse correnti interne ai partiti. L’unica soluzione sembrano le dimissioni. Un atto di responsabilità per tutta la Città.

I commenti sono chiusi.