BI24_2010/20_IN POCHE PAROLE. Felice Vecchione: “Trattativa Stato-mafia: tutti assolti, dopo che la sinistra ci ha marciato per anni”

_Felice Antonio Vecchione
Trattativa Stato-mafia: «Assolti il generale dei Carabinieri Mario Mori, il suo parigrado Giuseppe De Donno e il colonnello Mario Subranni, condannati in primo grado a dodici anni il primo e il secondo, a otto anni il terzo, perché il fatto non costituisce reato. Assolto Marcello Dell’Utri». A dimostrazione che quella della procura di Palermo non era un’indagine giudiziaria, ma una persecuzione, in concorso con la stampa dalla cosiddetta schiena dritta. Per anni e anni, insomma, la sinistra tutta ci ha mangiato e bevuto.
Per anni e anni i ‘giornaloni’ solidali hanno massacrato gli imputati, le loro famiglie, gli amici, l’area politica di appartenenza, per chi faceva politica, e le forze dell’ordine tutte. Per anni e anni, la procura di Palermo ha considerato mafiosi tutti gli avversari politici del Pd/5s. Eppure non avevano niente in mano, a parte l’odio profondo. Tutte quelle migliaia e migliaia di pagine d’accuse ‘mafiotiche’, quindi, sembrano essere state scritte con l’inchiostro ideologico. Eppure quella procura, e quei tiranni, che, per lustri e lustri hanno distrutto la vita a tutta questa gente, continuerà il suo ‘tran-tran’.

I commenti sono chiusi.