BI24_2010/20_DA ATL BIELLA. Estate 2021: in attesa dei numeri ufficiali, si può già dire che è stata positiva. Turisti anche da Belgio e Olanda

Visitatori dall’Italia e dall’estero per un’estate biellese 2021 con segno positivo all’insegna della ripresa. In attesa dei dati ufficiali sull’occupazione delle strutture ricettive, da cui arrivano comunque segnali molto positivi, i passaggi all’ufficio turistico di Biella danno un quadro dinamico e articolato del periodo estivo appena concluso. Il Biellese è stato scelto come destinazione non solo dal turismo di prossimità, con visitatori provenienti dalle altre province del Piemonte e da Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna, ma ha riaccolto con entusiasmo anche i turisti stranieri da Francia, Svizzera e Germania e registrato il consolidarsi di un trend in atto ormai da qualche anno con arrivi dal nord Europa, Belgio e Olanda in testa.
Il maggior numero di richieste ha riguardato natura e sentieri, in linea con il boom del turismo slow in atto, ma complici le mostre in corso, eventi attesi come l’Incoronazione della Madonna di Oropa che pur non aperta al pubblico ha catalizzato l’attenzione sul Biellese, e le tante iniziative per il tempo libero organizzate in ogni angolo della provincia, le richieste sono state quanto mai varie e il pubblico si è dimostrato molto aperto ai suggerimenti e alla scoperta di curiosità, anche oltre le mete tradizionalmente più consolidate. Sempre richieste le proposte per le famiglie e l’enogastronomia, aspetto irrinunciabile di una vera vacanza.
Commenta Pier Giorgio Fossale, presidente ATL Biella Valsesia Vercelli: “Senz’altro nel Biellese si registra un evidente fermento nel settore turistico, testimoniato dalle proficue collaborazioni tra pubblico e privato in corso per la promozione del territorio, come quella tra Fondazione Biellezza e ATL, ma anche dalle nuove proposte nel settore dell’accoglienza con soluzioni ricettive innovative, come il pernottamento nella tenda sospesa o a bolla, country house e esperimenti di ricettività diffusa in grado di attrarre diversi target di visitatori. Siamo stati felici di vedere per tutta l’estate turisti intenti ad ammirare i nostri paesaggi aggirarsi in cerca degli scorci più belli del territorio. Il nostro impegno ora è offrire un’accoglienza sempre più all’insegna di qualità e professionalità, far tornare chi ci ha già conosciuto e far sì che resti sempre più a lungo – obiettivo che sembra essere stato raggiunto già nei mesi passati – e soprattutto farci conoscere sempre di più. Il Biellese ha tutte le carte in regola per diventare una destinazione turistica competitiva e apprezzata”.

I commenti sono chiusi.