BI24_2010/20_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Settimana europea della sicurezza ferroviaria: imponente lavoro della “PolFer”

Oltre quattromila persone identificate (4398), 129 passaggi a livello presenziati, 58 autovetture controllate, 74 controlli anche in località sensibili lungo la linea ferroviaria, come tunnel, ponti e cavalcavia. 4 le contravvenzioni elevate per attraversamento dei binari. 4 le persone indagate per interruzione di pubblico servizio a bordo treno. 416 gli operatori impiegati nell’ultima settimana. Questi i risultati dell’attività del Compartimento Polfer Piemonte e Valle d’Aosta nella settimana “Rail Action Week”, l’iniziativa di “RailPol”, associazione a cui aderiscono le Polizie ferroviarie e dei trasporti europee, dedicata alla sicurezza ferroviaria ed in particolare alla prevenzione di comportamenti scorretti o attività vietate che mettono a repentaglio l’esercizio ferroviario e la sicurezza dei trasporti.
A Torino, nella stazione di Porta Nuova, gli agenti hanno tratto in arresto un cinquantaseienne croato per possesso di documenti falsi. Controllato durante i servizi di vigilanza l’uomo, alla guida di un’autovettura e intento a parcheggiare nei posti riservati alla polizia, ha mostrato una patente di guida e una carta d’identità riportanti la data di nascita diversa rispetto a una carta precettiva, per libertà vigilata, precedentemente consegnata agli operatori. I documenti dell’uomo, già gravato di diversi precedenti di polizia, sono stati sequestrati e sottoposti a un controllo specializzato, il cui esito ha confermato la loro piena falsità. Lo straniero è stato arrestato per possesso di documenti falsi e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, nonché denunciato in stato di libertà per guida senza patente.
Sempre a Torino, gli agenti del Settore Operativo hanno tratto in salvo una donna che, nella stazione di Lingotto, si è messa a camminare in stato confusionale lungo la linea ferroviaria per poi sedersi sulla banchina del primo binario, in attesa di un treno che la portasse a Cuneo. Giunti sul posto, gli agenti hanno provveduto a metterla in sicurezza e ad assicurarle le necessarie cure. La Polfer di Torino Porta Susa ha denunciato in stato di libertà un cittadino italiano che si è reso responsabile del reato di danneggiamento e imbrattamento. L’uomo, a seguito di una discussione con un cittadino straniero, ha prelevato un estintore collocato nei pressi delle scale che portano ai binari, e lo ha svuotato completamente, cercando di spruzzarne il contenuto addosso al suo interlocutore. Rintracciato e sottoposto a controllo, è risultato avere a suo carico numerosi precedenti.

I commenti sono chiusi.