BI24_2010/20_DALLA REGIONE PIEMONTE. Rossi e Valle, Pd: “Terapie intensive: la maggioranza non eviti il confronto sui posti disponibili”

Il DL 19 maggio 2020 all’articolo 2 fissa a 10% il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva massimo per la zona bianca, specificando che possono conteggiarsi posti letto aggiuntivi “che non incidano su quelli già esistenti e destinati ad altre attività”. La scorsa settimana Anaoo ha sollevato il problema delle modalità con cui sono stati conteggiati i posti letto piemontesi e le risposte della Giunta sono arrivate solo a mezzo stampa. Alla ripresa delle attività consiliari, non si è ritenuto di informare la commissione sanità del Consiglio Regionale sulla questione, argomentando che non ci sono dati ulteriori da offrire ulteriori rispetto a quelli contenuti nel comunicato stampa del Dirmei.
Nel merito la risposta del Dirmei non è soddisfacente, indicando solo 426 posti strutturali e definendo gli altri che mancano per arrivare ai 628 comunicati al Ministero come “funzionali e attivabili” a danno di altri spazi e con personale ad altro destinato. Ovvero non sono strutturali. Nel metodo, che un comunicato stampa possa sostituire il confronto nell’aula consiliare e il lavoro di approfondimento e analisi in commissione la dice lunga sulla considerazione che questa maggioranza riserva al Consiglio Regionale: una visione delle istituzioni che le umilia. D’altronde anche oggi, nel corso dell’informativa sulla scuola, abbiamo potuto avere in visione – a fine commissione – le slide presentate agli organi di stampa già venerdì. Per questo torneremo a chiedere che la quarta commissione possa approfondire e fare luce su quello che rischia di essere l’ennesimo balletto sui numeri.

I commenti sono chiusi.