BI24_2010/20_DA ATL BIELLA. Il turismo biellese, nel… mirino di due giornalisti tedeschi: “Territorio ed architettura fanno la differenza”

Ci sono tanti modi per fare promozione del territorio. Uno di questi, soprattutto qualora si voglia puntare sull’estero, è il cosiddetto educational tour. Ovvero una piccola full immersion nelle bellezze storico-artistiche e naturalistiche di un determinato territorio da parte, normalmente, di un giornalista e di un fotografo provenienti da paesi stranieri, che a loro volta, tornati in patria, racconteranno cos’hanno visto e visitato su giornali e riviste. Nel caso di Atl Biella Valsesia Vercelli, gradite ospiti nel Biellese sono state la stampa tedesca e Lonely Planet, la famosissima casa editrice australiana che pubblica guide turistiche in tutto il mondo. Un brand che negli anni ha saputo imporsi diventando sinonimo di viaggio. Difficile trovare una casa in cui non ci sia nemmeno una delle celeberrime guide.
Dopo aver visitato la provincia di Vercelli, il viaggio stampa dei giornalisti Iris Kuerschner e Dieter Haas e il live tour della troupe di Lonely Planet hanno quindi raggiunto il Biellese. Iris Kurschner e Dieter Haas, giornalista e fotografo specializzati nel settore montagna, autori della guida “Piemont Nord” per la casa editrice tedesca Rother che promuove la GTA sul mercato teutonico, a fine luglio sono tornati sulle nostre montagne. Più volte ospiti di ATL per le loro ricerche, sono ogni volta positivamente impressionati dall’accoglienza e dal buon cibo che caratterizzano la nostra ospitalità di alta montagna.
«Ciò che rende speciale il Biellese è la caratteristica conformazione del territorio con il passaggio diretto dalla pianura alle Alpi, e l’architettura tradizionale e monumentale delle località montane, come il Santuario di Oropa, la Trappa, o il paese di Rosazza», commenta Iris. Sempre a fine luglio, la troupe di Lonely Planet ha visitato il Biellese grazie ad una partnership con DMO Visitpiemonte per realizzare un format digitale che vedrà la luce in autunno, caratterizzato dal taglio giovane e fresco che contraddistingue lo stile classico delle guide.
Atl Biella Valsesia Vercelli ha fornito tutti i contatti per l’accoglienza nelle varie location e contribuito all’organizzazione delle riprese, privilegiando, su indicazione della redazione, località insolite e poco note del territorio, capaci di incuriosire e stupire il viaggiatore. Autori e videomaker sono stati accompagnati, ad esempio, alla scoperta di Rosazza e della monumentale sequoia di Chiavazza.

I commenti sono chiusi.