BI24_2010/20_DAL CAPOLUOGO/1. L’assessore Gaggino chiarisce: “Agenda digitale: non è vero che abbiamo sprecato 100mila euro…”

L’assessore all’Innovazione tecnologica della Città di Biella Massimiliano Gaggina rilascia una dichiarazione relativamente al comunicato stampa diffuso dal Partito Democratico Biellese sul tema Agenda Digitale Biella: “Prendo le distanze dall’affermazione che avrei gettato cento mila euro dalla finestra. Non corrisponde a realtà: il Comune di Biella ha investito in servizi circa 30 mila euro, di cui 12 mila con finanziamento Crt, quali ad esempio collegamento in fibra e oasi wi-fi. Attività che il Comune di Biella avrebbe potuto tranquillamente effettuare internamente senza l’Agenda Digitale. Gli oltre 100 mila euro, citati da Partito Democratico sono validi ai soli fini di impatto mediatico in quanto a parte i circa 30 mila euro citati, i restanti derivano da una quota forfettaria di costi del personale comunale (e degli altri partner) rendicontati in Agenda digitale, una prassi nota nell’ambito del Patto del Battistero”.
L’assessore Massimiliano Gaggino aggiunge: “Nulla è stato gettato dalla finestra e come ho più volte avuto occasione di dichiarare non ho mai voluto sostituirmi all’operato dell’ex assessore Zago nel rispetto totale di ciò che comunque è stato costruito. Tuttavia non condivido gli scopi concreti del Patto del Battistero e perciò ho preferito proseguire le attività dell’Innovazione tecnologica del Comune di Biella valutando altre opportunità. Esempio più concreto, e ringrazio di poter anticipare una prossima significativa novità, il rilascio di una nuova App che sarà a disposizione dei cittadini biellesi: erogherà servizi non solo per i residenti della Città di Biella ma anche per tutti coloro che in qualche modo necessitano di interfacciarsi con i servizi del capoluogo, quelli sanitari ed altri della Regione Piemonte”.

I commenti sono chiusi.