BI24_2010/20_LA QUESTIONE. Ricordate l’evento “no green pass” del 25 luglio? La Digos ha denunciato quattro biellesi. E li multerà pure…

_Roberto Scucca
Vi ricordate le autocertificazioni richieste per oltre un anno dalla Polizia, nonostante andassero totalmente contro la Costituzione che le Forze dell’Ordine giurano di difendere? Bene, quegli stessi poliziotti, in questi giorni hanno deciso di agire contro alcuni dei cittadini biellesi, che il 25 luglio scorso hanno deciso (e ci aggiungo io giustamente) di partecipare alla manifestazione contro il “green pass” che si era tenuta a Biella in piazza Martiri.
L’operazione, coordinata dalla Digos e portata a termine grazie ai video fatti quel giorno dal personale della Questura, ha portato alla denuncia a piede libero di quattro uomini, tutti maggiorenni. Le loro colpe? Non aver avvisato le “autorità costituite” della manifestazione in programma (a cui avevano partecipato 400 persone) e aver organizzato un corteo spontaneo e pacifico, che da Palazzo Oropa si era concluso davanti alla Prefettura, invadendo di fatto strade aperte al traffico.
L’ennesimo inquietante segnale della dittatura che l’Europa, attraverso le marionette degli ultimi governi, sta cercando di instaurare nel nostro Paese. Marionette, che muovono i fili di altre marionette, che muovono i fili di altre marionette… Fino ad arrivare a quello che è accaduto a questi quattro cittadini biellesi, che adesso, oltre alla denuncia, si vedranno anche recapitare a casa le sanzioni amministrative per non avere rispettato, durante la protesta del 25 luglio, le distanze sociali e l’obbligo di indossare la mascherina. A loro, va tutta la mia solidarietà.

I commenti sono chiusi.