BI24_2010/20_IN POCHE PAROLE. Felice Vecchione: “In un Paese come il nostro, i processi alle mafie dovrebbero essere costituzionali…”

_Felice Antonio Vecchione
In un paese che ha al suo interno 5 organizzazioni criminali a stampo mafioso da un centinaio di anni, il “sine die” dei processi a loro ascritti doveva essere già presente e immodificabile con le stesse prerogative delle leggi costituzionali, da tempo. E si riciancia della stessa roba. Deluso per ora perché le prerogative, secondo me, erano alte. In politica mai dire mai e quindi seguirò tutto l’iter e male che vada torno nella mia ‘inesistenza elettorale’.

I commenti sono chiusi.