BI24_2010/20_DAL BASSO BIELLESE. Salussola: il comune non farà ricorso contro la discarica di amianto. La delusione di “Ambiente è Futuro”

Il Comune di Salussola ha detto ‘no’ al ricorso al tar contro la discarica di amianto: si limiteranno a “vigilare”, cosa che non ci rassicura per niente. Il motivo? Pare che il loro avvocato abbia detto che perderebbero il ricorso e che questo esporrebbe il comune a denuncia per danno erariale.
Tutto questo è stato sostenuto mentre il territorio con determinazione si sta armando per intraprendere più azioni legali. Evidentemente solo Salussola ha avuto una condotta così incoerente e disdicevole nel corso del procedimento, che rischia di farsi cassare la causa. O ci sarà altro dietro? Toccato il fondo, han voluto scavare col badile per scendere ancora più in basso, chiudendosi nelle stanze comunali attendendo che i manifestanti, armati di pericolosi fischietti e trombette, andassero a casa.
Non è servito neppure l’appello del sindaco Angelo Cappuccio di Santhià, che ha pregato la sindaca di scendere a confrontarsi con la cittadinanza, e a partecipare al tavolo che Santhià organizzerà con gli enti e le associazioni coinvolte. Non hanno risposto all’appello, e son rimasti rintanati in municipio finchè non si è sciolta la manifestazione. Solo allora gli amministratori del comune di Salussola sono usciti, scortati dalla polizia in una piazza ormai deserta.

I commenti sono chiusi.