BI24_2010/20_DAL CAPOLUOGO/3. Al Villaggio Lamarmora, una commemorazione per il decimo anniversario della morte di Don Gibello

Domenica scorsa 25 luglio 2021, presso la Parrocchia Nostra Signora di Oropa al Villaggio Lamarmora, si è tenuta la commemorazione per il 10° anniversario della morte di Don Piero Gibello. La celebrazione si è divisa in 3 fasi: alle 10.30 S. messa con, al termine, la consegna delle borse di studio in memoria di Don Gibello; alle 11,30 benedizione della sala dell’oratorio dedicata a Don Gibello, e presentazione della panchina dono del Comune di Biella e di “Caffè Amici” che è stata posizionata dove una volta era presente la panchina sulla quale era solito sedersi l’amato Don; al termine della benedizione della sala, la parrocchia ha offerto l’aperitivo.
L’affluenza della gente è stata notevole, nonostante il cattivo tempo, e questo dimostra quanto Don Piero Gibello si stato una figura di spicco, e trascinante, per tutti gli abitanti del quartiere. “Io non l’ho conosciuto” racconta Narcisa Coda Zabetta “ma ne ho sentito parlare e ho sempre visto ammirazione e gratitudine negli occhi di chi mi ha raccontato i vari aneddoti di un’infanzia legata a un Don totalmente dedito ai suoi parrocchiani, in particolar modo ai giovani, arrivando a far costruire, una colonia in Valchiusella e una fondazione sportiva per i bambini.
Un uomo di valore, quei valori che ora, è raro anche solo scorgere ma io domenica, mentre aiutavo a servire l’aperitivo, li ho ritrovati sui volti di tutti i suoi parrocchiani che, con la loro presenza hanno ricordato che l’affetto e la riconoscenza a volte durano in eterno. Ci tengo a ringraziare Rodolfo Rosso e Massimo Picinali per avermi coinvolta nella giornata di domenica, mi sono sentita parte di una grande famiglia, spero che questo sia solo il primo passo verso un futuro fatto di varie collaborazioni per il quartiere!
Un ringraziamento va al Comune di Biella per aver assecondato, ancora una volta, una mia richiesta, donando la panchina dopo averla fatta ristrutturare dal fabbro. Ci tengo anche a ringraziare i ragazzi che hanno servito l’aperitivo con me: Daniele Bianco, Monica Montuoro, Gabriella Mozzone e Gabriella Manzi. Mi auguro che gli insegnamenti e la bontà di questo uomo speciale continuino ad alimentare le menti degli abitanti del quartiere, e che vengano tramandati giorno dopo giorno”.
“Ho avuto la fortuna di conoscere e trascorrere bei momenti con don Gibello, anima del Villaggio Lamarmora che sarà sempre nei nostri cuori – aggiunge Alessio Ercoli, consigliere comunale da sempre residente nel quartiere – Ricordo con particolare affetto e nostalgia le nostre chiacchierate e i campeggi estivi a Inverso con la parrocchia. Quando Narcisa mi ha proposto questa iniziativa non ho esitato un attimo ad attivarmi per recuperare, tramite il Comune di Biella, una panchina che tra l’altro era già precedentemente posizionata nei giardini del Villaggio. Grazie al funzionario comunale Antonio Pusceddu, all’aiuto del consigliere Gianni Ferrari e all’operosità di Narcisa Coda Zabetta. Un piccolo gesto a memoria di una grande persona”.

I commenti sono chiusi.