BI24_2010/20_DAL BASSO BIELLESE. Salussola, ‘Ambiente è futuro’: “Discarica di amianto: ormai l’unica strada percorribile è il ricorso”

_RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA “SALUSSOLA AMBIENTE E’ FUTURO:
Legittimati a fare ricorso sono certamente i cittadini più vicini alla discarica, alcune associazioni, i comuni di Dorzano e Salussola. Dal comune di Salussola che ospita l’impianto ci aspettiamo una presa di posizione perentoria e decisa, a cui seguano azioni incisive perché i tempi sono molto stretti. Purtroppo le prime dichiarazioni della Sindaca non sono rassicuranti. In merito al ricorso afferma che “non è assolutamente detto che lo faremo, deciderà il nostro legale che ci consiglierà al fine di non ricadere nel danno erariale nei confronti di chi ha un progetto imprenditoriale”.
Se il Comune ha avuto una condotta coerente e logica non ha nulla da temere: per le richieste risarcitorie ci deve essere il dolo, caso che speriamo vivamente non ricorra. Le scelte che farà il sindaco oggi saranno determinanti per le sorti del suo paese e della sua gente. Ha già commesso di recente scivoloni imperdonabili come affermare il falso in consiglio comunale sull’incarico al dottor Beretta, e presentare solo la mattina della conferenza dei servizi una perizia che avevano in mano già da cinque giorni, precludendo così la possibilità che venisse esaminata: non può permettersi di sbagliare anche sul fronte del ricorso, perchè a quel punto anche cittadini e aziende danneggiate potranno agire legalmente nei loro riguardi, e a fronte di queste negligenze si ritroverebbero comunque a fronteggiare richieste risarcitorie.
Durante un mandano un sindaco corre dei rischi di cui si ha piena coscienza quando ci si candida: li hanno corsi altri prima di lei e li corrono altri intorno a lei, quindi non si sta chiedendo niente di straordinario se non di convertire in fatti concreti quelli che fino ad oggi sono state dichiarazioni di intenti.

I commenti sono chiusi.