BI24_2010/20_DALLA VALLE CERVO. Grazie a “Wool Experience”, domenica il trenino per la Balma… tornerà in servizio a Miagliano

Il mese di agosto inizia con un nuovo e particolare appuntamento del programma Wool Experience, creato dall’Associazione Amici della Lana. Wool Experience è un progetto sostenuto da Fondazione CR Biella, con il patrocinio del Comune di Miagliano, la Provincia di Biella e ATL. Domenica 1° agosto alle ore 15.00, l’ex Lanificio Botto ospiterà “Il Treno a Miagliano”, un pomeriggio dedicato a grandi e piccini dedicato alla costruzione di parte del diorama dinamico rappresentante la ex stazione ferroviaria del paese, aiutando i progettisti nel realizzarne delle parti, sempre nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid.
“Il Treno a Miagliano” è un progetto volto a riscoprire un pezzo di storia biellese attraverso le sue linee ferroviarie che nel corso di 60 anni hanno trasportato persone, merci e vita vissuta tra i vari centri del nostro territorio e che hanno contribuito a rendere il “Made in Biella” famoso nel mondo. Il progetto vede il prezioso contributo dell’Associazione FerroviaBiellaOropa, da anni dedita alla conservazione dell’ormai perduto patrimonio ferrotranviario biellese (in primis la tramvia Biella-Oropa), che fornirà una consulenza storico-tecnica.
La ferrovia che transitava da Miagliano univa la città di Biella con la località di Balma, sede di importanti cave di sienite e lungo il percorso in Valle Cervo era raccordata con diversi stabilimenti tessili. Il più importante di questi raccordi era sito proprio a Miagliano, stazione già di per sé fondamentale per la linea in quanto i convogli erano obbligati ad invertire il senso di marcia per poter proseguire il viaggio in Alta Valle. La ferrovia fu fortemente voluta dai fratelli Poma che nel 1864 attivarono il grandioso cotonificio di Miagliano e pochi anni dopo avviarono gli studi per collegarlo alla stazione ferroviaria di Biella.
La linea Biella-Balma venne inaugurata il 31 dicembre 1891 e Miagliano dunque divenne un’importante centro nella vita della ferrovia, tutti i treni fermavano e ogni giorno i carri merci delle ferrovie statali giungevano fin dentro la fabbrica grazie ai sottocarrelli trasportatori che consentivano il trasporto dei mezzi a scartamento ordinario sulle linee a scartamento ridotto.
Nel mese di agosto ci saranno molte altre attività: dalle passeggiate programmate l’8 agosto al Castellazzo a quella del 22 agosto con l’autore Maurizio Pellegrini e il suo ultimo libro. Dai laboratori manuali di lavoro ai ferri circolari con Linda Allegra del 29 agosto, al laboratorio sulla diversità con il performer Matteo Marchesi il 21 e 22 agosto e quello teatrale incentrato sulla gelosia di Otello con Fabio Banfo il 27-28-29 agosto. Non mancheranno anche gli spettacoli con Storie di Piazza e con Didì Garbaccio in questo ricchissimo mese. I dettagli verranno forniti più avanti.
Come sempre la partecipazione è ad offerta libera ed è necessaria la prenotazione tramite l’email amicidellalana@gmail.com o al numero di telefono 320.098.2237. Ricordiamo che durante la giornata saranno possibili le visite in Lanificio e alle esposizioni “Il Laboratorio di Pettinatura Lane” e “Fuori dal Gregge” con gli operatori della Rete Museale Biellese.

I commenti sono chiusi.