BI24_2010/20_MALTEMPO SUL BIELLESE/3. Roberto Pella: “Un flagello per il territorio: richiesta danni e ripartenza sostenibile”

_Roberto Pella (Sindaco di Valdengo e Vicepresidente vicario Anci)
Voglio ringraziare, per la seconda volta in questo mese, tutte le forze dell’ordine, la Protezione Civile e i Vigili del Fuoco insieme alla polizia municipale di Valdengo che stanno intervenendo prontamente per la conta dei danni del maltempo e il ripristino della normalità sul territorio per le moltissime famiglie e imprese che hanno subito le conseguenze della tromba d’aria che si é abbattuta ieri sul territorio biellese colpendo fortemente il mio Comune di Valdengo con Vigliano e Candelo.
Ho personalmente provveduto a contattare il Presidente Cirio e l’Assessore Gabusi della Regione Piemonte per lo stato di calamità e per la richiesta dei danni: eventi di tale portata si stanno intensificando in maniera incontrollabile e sconvolgente, temporali e inondazioni stanno flagellando un territorio che, con tanta fatica e sforzo, stiamo rivitalizzando e tentando di preservare con moltissime iniziative.
E’ tempo di invertire la rotta e spingerci ad agire, per non continuare a piangere gli ingenti danni di eventi dalla forza distruttrice imprevedibile e pur tuttavia prevenibili. Siamo la Nazione che presiede il G20 Ambiente: abbiamo la responsabilità di ribadire che la crisi climatica sta accelerando e va affrontata senza perdere tempo, accompagnando una transizione inevitabile verso la sostenibilità e la ricomposizione del nostro rapporto con la natura. Proprio in questi giorni in cui si é chiusa la Ministeriale di Napoli con un accordo storico, chiedo con forza e convinzione, anche a nome dei tanti colleghi sindaci che stanno affrontando le ripercussioni delle calamità climatiche, che l’Accordo tra i Capi di Stato sia ulteriormente rafforzato grazie all’autorevolezza riconosciuta in tutto il mondo del nostro Presidente del Consiglio Draghi.

I commenti sono chiusi.