BI24_2010/20_DAL FONDO EDO TEMPIA. Torna la Biella-Barcellona: 6 cicloamatori biellesi e 1200 km, per sostenere la lotta al cancro alla prostata

Dopo il rinvio del 2020 causato dalla pandemia, è il momento di riprovarci: i sei cicloamatori biellesi che vogliono percorrere i 1200 chilometri tra Biella e Barcellona in bicicletta sono pronti a partire. L’impresa prenderà il via sabato 28 agosto dalla sede del Fondo Edo Tempia di via Malta 3 a Biella, una scelta motivata dall’obiettivo solidale che i protagonisti si sono dati: raccogliere fondi per i progetti di ricerca sul cancro alla prostata seguiti dalla onlus biellese. Nel salvadanaio ci sono già quasi 900 euro, frutto della generosità dei donatori nei mesi scorsi.
L’obiettivo è arrivare almeno a quota 3.000. I sei cicloamatori non sono nuovi a cimentarsi in una corsa a tappe per raggiungere mete lontane: quasi tutti coetanei, alcuni di loro decisero di festeggiare il cinquantesimo compleanno, nel 2017, arrivando fino a Parigi. Questa volta si pedalerà verso ovest, approfittando dell’occasione per toccare luoghi celebri e cari a chi ama lo sport della bicicletta come il Mont Ventoux, la vetta dell’Alta Provenza diventata nel tempo una delle montagne mitiche del Tour de France.
In sei affronteranno la spedizione in sella: cinque biellesi (Filippo Vaglio Tessitore, Lorenzo Acquadro, Luca Sciarretta, Marco Guidetti e Paolo Maggia, sindaco di Gaglianico e presidente di Ener.Bit) e un eporediese (Massimiliano Morella, di Lessolo) saranno scortati da un furgone d’appoggio, pilotato da Ernesto Vigna, che li seguirà passo dopo passo con pezzi di ricambio, acqua e integratori.

I commenti sono chiusi.