BI24_2010/20_VOCI DA ROMA. Il Viceministro Pichetto: “Auto, rivoluzione ecologica di pari passo a quella fiscale: serve valutazione con aziende e parti sociali”

_Gilberto Pichetto (Viceministro Mise)
La rivoluzione tecnologica deve avvenire quando tutti i paesi saranno in grado di sfruttare pienamente le nuove tecnologie e soprattutto deve essere affiancata da una rivoluzione fiscale in grado di sostituire il gettito da carburanti che per lo più in Italia rappresenta il venti per cento delle entrate dello stato.
Il governo apra una valutazione seria anche con aziende e parti sociali: bisogna innanzitutto tutelare lavoratori imprese e famiglie. Lo dichiara il viceministro allo Sviluppo economico, Gilberto Pichetto, nel commentare la decisione di Bruxelles di fermare la produzione di motori a combustione endotermica dal 2035.
Impossibile fissare adesso delle date se prima tutti i paesi non saranno in grado di sfruttare a pieno le nuove tecnologie. Altrettanto importante è la necessità di procedere ad una rivoluzione fiscale nel sostituire gradualmente il gettito da carburanti che per lo più in nel nostro paese rappresenta il 20 per cento delle entrate dello stato. La rivoluzione ecologica deve avvenire di pari passo a quella fiscale: il nostro obiettivo è tutelare lavoratori imprese e famiglie che saranno colpiti da queste decisioni.

I commenti sono chiusi.