BI24_2010/20_VOCI DA ROMA. Il viceministro Pichetto: “Moda, individuate le prime proposte: fondi per la crescita sostenibile e la transizione digitale”

_Gilberto Pichetto (Viceministro Mise)
Si è svolta in questi giorni la riunione operativa del tavolo della moda presieduto da me, con l’obiettivo di definire una nuova politica industriale per un settore strategico per il Paese. Al tavolo erano presenti, oltre ai vertici istituzionali competenti, tutti i rappresentanti della filiera produttiva e distributiva del settore.
Più in particolare, a seguito della prima convocazione, il Mise ha provveduto a raccogliere ed esaminare i contributi ricevuti dalle associazioni di categoria, individuando ambiti di intervento anche legati alla strategia elaborata nel piano nazionale di rilancio e resilienza. Tra le misure proposte, gli uffici di via veneto hanno individuato la possibilità di operare fin da subito attraverso interventi concreti, a partire da un fondo per la crescita sostenibile, con l’obiettivo di favorire la transizione ecologica delle imprese del settore; incentivi all’utilizzo della tecnologia blockchain; contributi a fondo perduto per l’accesso all’e-commerce; il finanziamento della transizione digitale tramite il fondo crescita sostenibile; campagne di sensibilizzazione dei consumatori nel contrasto alla contraffazione.
L’imperativo è far prevalere le nostre qualità. Il governo ha un progetto molto chiaro e le volontà per portarlo avanti: il nostro impegno è quello di intervenire finanziariamente per sostenere la modernizzazione del comparto moda che è stato duramente colpito dall’emergenza covid. Adesso è il momento di difendere e tutelare l’eccellenza dei prodotti italiani. Tutta l’economia, ne può trarre vantaggio.

I commenti sono chiusi.