BI24_2010/20_IN POCHE PAROLE. Felice Vecchione: “Io voglio un partito cattolico, ma nel senso degasperiano del termine e ‘non clericale’…”

_Felice Antonio Vecchione
Io lo voglio un partito cattolico, ma nel senso degasperiano del termine, cioè un partito di credenti “non clericali”, esattamente quello che la gerarchia non vuole, un partito che faccia riferimento alla dottrina sociale della Chiesa e non ai cosiddetti temi non negoziabili ai quali è stato sacrificato l’avvenire di questo paese. Soprattutto vorrei un partito di gente onesta che non abbia niente a che fare con chi si è seduto in parlamento in questi anni, né con comunione e liberazione, né con l’opus dei, né con altre organizzazioni sedicenti cattoliche, dedite al denaro.

I commenti sono chiusi.