BI24_2010/20_DAL CAPOLUOGO/3. Voucher Centri Estivi: oltre 150 le richieste. Contributo di 40.000 euro, 37.000 a sostegno dei minori disabili

I “voucher Centri Estivi” si confermano uno strumento utile e di concreto aiuto a favore delle famiglie residenti a Biella. L’assessorato all’Istruzione e alle Politiche giovanili ha ultimato le graduatorie di ammissione al sostegno nelle 16 location attive (due del bando A e 14 del bando B): si segnalano un totale di 172 minori in graduatoria e 154 ammessi che beneficeranno dell’aiuto.
Nel dettaglio per il “bando A” ammessi 40 bambini per la scuola dell’infanzia e 11 per la scuola primaria. Per il “bando B” il totale è di 103 bambini, con l’impegno di procedere allo scorrimento della graduatoria nel caso qualcuno di questi rinunci. La somma a disposizione a bilancio (40.000 euro) è stata utilizzata tutta e per sostenere le famiglie si è proceduto a stanziare ulteriori 780 euro extra. A queste somme va aggiunto l’impegno di 40 mila euro come contributo di sostegno spese dei gestori, oltre i fondi a favore dell’assistenza per minori disabili e per i voucher povertà educativa.
I voucher avranno importi differenziati, a seconda che l’iscrizione avvenga per i Centri Estivi effettuati nei siti messi a disposizione dal Comune di Biella, oppure presso gli altri Centri Estivi convenzionati presenti nell’elenco pubblicato sul sito. Per i centri nei siti messi a disposizione del Comune di Biella gli importi massimi: 400 euro a minore, per quanto riguarda la fascia d’età dai 3 ai 5 anni; 600 euro a minore, per quanto riguarda la fascia d’età dai 6 agli 11 anni.
Per i centri estivi (oratori, associazioni, etc ammesse alla manifestazione di interesse) presenti nell’elenco pubblico sul sito. Per frequenza di centri estivi con tariffa fino ad € 60,00 a settimana: € 100,00 a minore, per frequenza per almeno 2 settimane; € 200,00 a minore, per frequenza per almeno 4 settimane; € 300,00 a minore, per frequenza per almeno 6 settimane. Per frequenza di centri estivi con tariffa superiore ad € 60,00 ed inferiore ad € 120,00 (pasto incluso) a settimana: € 130,00 a minore, per frequenza per almeno 2 settimane; € 260,00 a minore, per frequenza per almeno 4 settimane; € 390,00 a minore, per frequenza per almeno 6 settimane.
Dice l’assessore all’Istruzione e alle Politiche giovanili Gabriella Bessone: “Rispetto allo scorso anno abbiamo optato per suddividere i voucher in settimane, e non sulla lunghezza obbligatoria delle sei settimane totali, e questo sicuramente è stato un ulteriore intervento migliorativo. Siamo soddisfatti, perché dal numero delle richieste giunte questo si dimostra un aiuto concreto, vedremo se per il prossimo anno riusciremo ad aumentare il numero dei fondi e ad aumentare ulteriormente il numero dei voucher a disposizione. Le iscrizioni fanno registrare numeri importanti: da un lato c’è un ritorno alla normalità, con i genitori impegnati a lavoro, dall’altro si sente proprio il desiderio di fare attività e di socializzare con i coetanei”.

I commenti sono chiusi.