BI24_2010/20_DALL’OSPEDALE/4. A Cossato nasce il primo Centro di Psicotraumatologia e Consulenza Psicologica

L’Asl di Biella attiva un nuovo servizio. Dal mese di luglio entrerà in funzione il Centro di Psicotraumatologia e di Consulenza Psicologica, che sarà coordinato dalla dottoressa Elena Macchiarulo, dirigente psicologa della Struttura Complessa Psichiatria diretta dal dottor Roberto Merli. Si tratta di un’offerta innovativa a livello territoriale e più in generale nazionale, un’attività ambulatoriale dedicata alla cura di pazienti adulti vittime di gravi traumi psicologici, ovvero di quegli eventi improvvisi e inaspettati in cui una persona fa diretta esperienza della morte di qualcuno o del possibile rischio di decesso da parte propria o di altre persone, spesso familiari.
Esempi di tali traumi possono essere la morte inattesa di bambini o neonati e quella del feto durante la gravidanza, suicidi, aggressioni fisiche, incidenti stradali gravi, violenza domestica, traumi psicologici in ambito lavorativo (anche sanitario), coinvolgimento in sparatorie, omicidi, atti terroristici e catastrofi causate dall’uomo o calamità naturali. Se non curato, un grave trauma psicologico può non guarire spontaneamente e manifestarsi anche per tutta l’esistenza, alterando significativamente la qualità della vita affettiva, sociale e lavorativa.
L’intervento che sarà condotto dal Centro di Psicotraumatologia e di Consulenza Psicologica dell’Asl di Biella si basa su una specifica tecnica psicoterapeutica denominata EMDR (dall’inglese “Eye Movement Desensitization and Reprocessing” – Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari), per il trattamento del trauma e di problematiche legate allo stress, soprattutto di tipo traumatico. È stato verificato che dopo una o più sedute di EMDR, i ricordi disturbanti legati all’evento traumatico hanno una desensibilizzazione, perdono cioè la loro carica emotiva negativa. Il cambiamento può essere molto rapido indipendentemente dagli anni passati dall’evento traumatico. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 2013, ha riconosciuto l’EMDR come trattamento efficace per la cura del trauma psichico e dei disturbi a esso correlati; un percorso utile sia alle persone direttamente coinvolte nell’evento, sia a familiari, testimoni oppure operatori che, per il lavoro che svolgono, sono stati esposti a situazioni di particolare drammaticità.
L’attività sarà suddivisa su due sedi: i primi colloqui avverranno nella Casa della Salute di Cossato in via Pier Maffei; le psicoterapie, finalizzate a un supporto psicologico o all’elaborazione di un evento psicotraumatico con terapia EMDR, si svolgeranno nel Centro di Salute Mentale di via Milano, sempre a Cossato. Dal 6 luglio i primi colloqui psicologici si svolgeranno ogni martedì mattina. Le prenotazioni potranno essere effettuate tramite Cup Regionale (Centro Unificato di Prenotazione) al numero 800.000.500, Cup Aziendali Territoriali e farmacie.
«Credo che questo nuovo servizio che verrà attivato sul nostro territorio possa diventare una vera e propria eccellenza sia a livello locale che regionale e nazionale – spiega l’assessore regionale al Welfare, Chiara Caucino – La psicotraumatologia è una branca della psicologia dell’emergenza che indaga le situazioni traumatiche che sono molto più frequenti di quanto si possa immaginare. Esperti americani, ad esempio, hanno ipotizzato che lo stesso lockdown prolungato dovuto al Covid19 possa aver provocato in parecchie persone un disturbo post traumatico da stress, con aumento dell’ansia e di tutti i sintomi collegati a questa grave problematica. Ecco perché è fondamentale che il territorio possieda un centro dedicato a questo genere di patologie e sono orgogliosa che proprio a Cossato possa essere inaugurato un centro di tale importanza, che aiuterà, in futuro, centinaia di persone a sconfiggere i propri “fantasmi”».
«Questo nuovo servizio attivato dalla nostra Asl è una scelta innovativa a livello nazionale nel settore delle Aziende Sanitarie Locali, perciò crediamo che tale ambulatorio possa andare a vantaggio non solo del Biellese, ma anche delle province vicine – il commento del Direttore Generale Mario Sanò – Siamo particolarmente orgogliosi di poter presentare questo genere di assistenza, grazie a un intervento all’avanguardia attuato dai nostri specialisti nelle strutture del territorio. Un supporto in più per le persone che necessitano di un aiuto dal punto di vista psicologico a seguito di un trauma particolarmente segnante».
«Da diversi anni la SC Psichiatria lavora per creare progetti innovativi in campo sanitario al passo con i tempi – spiega il dottor Merli – Il Centro di Psicotraumatologia vuole essere uno di questi, grazie anche alla presenza di professionisti altamente qualificati come la dottoressa Macchiarulo, una dirigente psicologa che collabora con me fin dal 1999. A lei faccio l’augurio di buon lavoro, fiducioso nella sua competenza clinica e organizzativa».

I commenti sono chiusi.