BI24_2010/20_RUGBY SERIE A. Michele Boccardo, ex Petrarca e Aquila, nel prossimo campionato vestirà la maglia gialloverde

Il terza linea Michele Boccardo giocherà per Biella Rugby nel campionato di Serie A dalla prossima stagione. Padovano, studente di Scienze della Comunicazione, si è formato rugbisticamente nelle giovanili del Petrarca Padova. Passando per l’Accademia Nazionale “I. Francescato”, è stato catapultato nei club di Eccellenza vestendo prima la maglia di L’Aquila Rugby, poi quella dei Medicei. Ha giocato l’ultimo campionato con Colorno Rugby (Top 10). Corrado Musso, direttore sportivo Brc: “Michele è un giocatore che ha maturato tantissima esperienza nel massimo campionato italiano. Su di lui abbiamo ricevuto riscontri molto positivi sia per il livello di gioco, sia sulla sua persona, due fattori determinanti per arrivare alla decisione di portare a Biella un ragazzo che potrà essere un punto di riferimento per la squadra, in particolare sulla rimessa laterale, considerato che è un ottimo saltatore, e complessivamente, un giocatore di qualità che alzerà il valore della nostra terza linea. Michele si presta a giocare in ruoli diversi, non solo in terza linea, ma anche in seconda, la scelta sarà espressamente tecnica, dettata dalle singole situazioni che la squadra si troverà ad affrontare”.
Michele Boccardo: “Sono reduce da una stagione difficile, prima a causa di un infortunio dal quale dovevo riprendermi, poi sul finale, a causa del virus. Avrò giocato un totale di 400, 500 minuti, poca soddisfazione per chi ha una gran voglia di giocare. Ho scelto Biella per rimettermi in pista, con una gran voglia di riassaporare il vero piacere di giocare a rugby. Non conosco la città e non ho ancora avuto modo di conoscere i compagni, ma tutti mi hanno parlato benissimo del club, della sua solidità, delle bellissime strutture. Io voglio stare bene e mi dicono che anche i ragazzi sono molto affiatati, un bel gruppo. Fisicamente ora sto bene e non vedo l’ora di riprendermi qualche soddisfazione. Percepisco che la squadra e il club hanno i numeri per puntare in alto. Ho davvero tanta voglia di riscattarmi, di divertirmi, di riprovare piacere nel giocare a rugby. Metterò sul campo tutte queste sensazioni, questo sarà il mio contributo insieme all’esperienza. Qualsiasi cosa serva alla squadra, l’importanza è ritrovare il piacere di giocare”.

I commenti sono chiusi.