BI24_2010/20_DALLA REGIONE PIEMONTE. Nuova controffensiva della PolFer, contro chi ruba e smercia il rame rubato nelle stazioni

Novanta persone controllate, 21 le ditte ispezionate dislocate sul territorio, 4 servizi di controllo lungo linea e su strada, 35 operatori del Compartimento Polizia Ferroviaria del Piemonte e della Valle d’Aosta impiegati. Questo il bilancio dell’operazione denominata “Oro Rosso”, una giornata dedicata al contrasto dei furti di rame e delle violazioni alle norme ambientali sullo smaltimento di rifiuti particolari, tra cui i metalli.
Il personale impiegato ha svolto azioni mirate di contrasto al fenomeno delittuoso, che interessa tutto l’ambito ferroviario con asportazione di cavi in rame, essenziali per la sicurezza e il regolare funzionamento dei trasporti su rotaia ma, anche, con controlli sulle linee ferroviarie che percorrono il territorio di competenza e che si sviluppano anche in zone impervie. Particolare attenzione è stata dedicata ai controlli amministrativi presso le ditte di recupero e smaltimento rifiuti, dislocate in Piemonte e Valle D’Aosta.
A Torino il personale della Squadra Informativa compartimentale ha effettuato un controllo amministrativo presso una ditta di recupero per la preparazione e riciclaggio di metalli. A
seguito degli accertamenti è stata elevata una sanzione amministrativa di oltre 2.000 euro, per irregolarità della documentazione ambientale nella gestione dell’attività stessa.

I commenti sono chiusi.