BI24_2010/20_VOCI DA ROMA/1. Il viceministro Pichetto: “Tasse: serve una vera e propria rivoluzione del sistema fiscale, in questo paese…”

_Gilberto Pichetto (viceministro Mise)
Abbassare le tasse è un dovere e la soluzione è intervenire con una rivoluzione del sistema fiscale che riduca la pressione fiscale e la redistribuisca in maniera più equa. Il peso maggiore è carico della classe media: oggi il 13% dei contribuenti paga il 60% delle imposte.
Abbiamo l’intenzione di arrivare a 3 aliquote, allargando la No tax area fino a 12mila euro. Con meno di mille euro in questo Paese non si vive. L’aliquota più bassa, 15% graverebbe sui redditi fino a 25mila euro. Da 25mila a 65mila sarebbe del 23% , una sorta di flat tax per la classe media, mentre per i redditi sopra i 65mila salirebbe al 33%.
Le 3 aliquote ci permetterebbero, conti alla mano, un risparmio di 100 euro di imposte, con 15 mila euro di guadagno l’anno; 2820 euro all’anno in meno di imposta sui redditi pari a 25 mila euro, mentre per i redditi di 45 mila euro il risparmio corrisponderebbe a 5 mila euro annui. Per quanto riguarda le imprese, chiediamo infine la cancellazione dell’Irap, che è una tassa iniqua. L’intero impianto della riforma fiscale costerebbe circa 30 miliardi: Si tratta di un importo sostenibile.

I commenti sono chiusi.