BI24_2010/20_DALL’OSPEDALE. Il nuovo Direttore generale dell’Asl Biella, Mario Sanò, si presenta ai biellesi: “Proseguiremo con l’efficienza”

Mario Sanò è il nuovo Direttore Generale dell’Asl di Biella. Nato in provincia di Padova nel 1970, padre di quattro figli, il dottor Sanò proviene dall’Azienda Sanitaria Locale Cuneo 2 Alba-Bra, dove dal 2014 ricopriva il ruolo di Direttore della Struttura Organizzativa Complessa (SOC) Assistenza Farmaceutica Territoriale e Farmacia Ospedaliera.
Laureatosi in Farmacia nel 1994 all’Università di Padova, il neo Direttore Generale dell’Asl di Biella si è successivamente specializzato in Farmacia Ospedaliera e in Farmacologia. Tra le sue esperienze lavorative in ambito pubblico anche l’incarico come Dirigente Farmacista del Servizio Sanitario Nazionale ad Alba, Adria, Pordenone, Bologna e Roma.
«Desidero innanzitutto ringraziare il Commissario uscente di questa Asl per l’ottimo lavoro svolto in un periodo complicato come quello che stiamo tutt’ora attraversando a causa dell’emergenza Covid – afferma Sanò, che ha ufficialmente preso servizio oggi (giovedì 3 giugno) – La prosecuzione e il consolidamento della campagna vaccinale sono il primo e immediato obiettivo del mio mandato, anche nell’ottica del mantenimento dei numeri richiesti alle Aziende Sanitarie Locali da parte della Regione Piemonte. Solo attraverso un efficiente piano di vaccinazione e all’adesione di massa della cittadinanza in questo senso infatti potremo uscire il prima possibile, tutti insieme, dalla situazione che stiamo vivendo».
«Il mio vuole poi essere un percorso di continuità per quanto riguarda l’efficienza e il funzionamento dell’Ospedale dell’Asl di Biella, una vera eccellenza di questo territorio – aggiunge – Grazie alla preparazione di tutto il nostro personale e all’impegno delle istituzioni e delle tante associazioni di volontariato che operano quotidianamente in questa zona, potremo aumentare ulteriormente l’offerta e la qualità dei servizi dell’Ospedale e dell’attività dell’intera Azienda, laddove possibile».

I commenti sono chiusi.