BI24_2010/20_DAL CONSORZIO IRIS. La nuova diretta dello “Spaf”: ritirarsi dall’adolescenza. Il ritiro sociale volontario con il gruppo HikiTo

La diretta è organizzata grazie alla collaborazione con la Fondazione Marco Falco Onlus.
In Italia ci sono circa 120.000 ragazze e ragazzi che non vanno a scuola, non fanno sport, non escono con gli amici, non riescono più a pensare a un futuro al di fuori della propria casa o addirittura della propria stanza.
Sono ragazzi, narcisisticamente molto investiti dalla propria famiglia e dal contesto sociale adulto, che di fronte al debutto adolescenziale, pur sentendo una forte spinta evolutiva, non riescono a tollerare la vergogna del possibile fallimento e decidono di fare un passo indietro. La scelta radicale diviene il ritiro nella propria casa, che consente di allontanarsi dagli sguardi giudicanti dei pari, dalle emozioni, come la vergogna e l’imbarazzo, che colpiscono nel profondo e divengono un’ossessione.
Viene investita profondamente anche la dimensione corporea: il corpo infatti viene ritirato da tutte le dimensioni di relazione con l’altro.
Di questo lo Spaf parlerà e si confronterà con i ragazzi martedì 1 giugno alle ore 19 sul proprio profilo Instagram “Lo_Spaf; non lo farà da solo, ma con un prezioso ospite: un esponente del gruppo HikiTo.
“Noi ragazzi di HikiTo abbiamo ormai interiorizzato da tempo i Nostri trascorsi con questo fenomeno, e ci sentiamo pronti per passare delle giornate all’aperto con chi dovesse desiderare un inserimento sicuro e sereno nel mondo della socialità”.
La diretta, parte del progetto #Spaflabpensierieparoleonline, finanziato dalla Fondazione Marco Falco Onlus, è la terza (e ultima) di un ciclo di incontri che vertono tutti sul tema del corpo in adolescenza e sulla sua funzione di espressione del disagio giovanile.
Per informazioni, colloqui e consulenze i contatti dello Spaf! Sono:
320.4343778 anche Whatsapp; Facebook Lo Spaf; Instagram Lo_Spaf.

I commenti sono chiusi.