BI24_2010/20_DALLA REGIONE PIEMONTE/2. Gallo e Ravetti, Pd: “Respinta la proposta di una commissione speciale per il next generation”

Abbiamo proposto di istituire una Commissione speciale per monitorare il “Next Generation Piemonte” sul modello di quella prevista dal Consiglio regionale della Liguria perché continuiamo a pensare che sarebbe stata lo strumento migliore per affrontare un piano epocale del quale saremo responsabili. Il Presidente Cirio ci aveva chiesto collaborazione e di fare una proposta per interagire e lavorare insieme sul Recovery Fund e realizzare un lavoro partecipato e migliore. L’abbiamo fatta, ma come tante altre nostre proposte è stata respinta. Ribadiamo al centrodestra che la Commissione Autonomia non è il luogo adatto per un confronto e un lavoro tanto delicato” precisano il Presidente del Gruppo Pd in Consiglio regionale Raffaele Gallo e il Consigliere regionale Domenico Ravetti.
“Dato il caos organizzativo che la Giunta regionale in questi mesi sul Recovery, raccogliendo più di 1300 progetti e vista l’ennesima bocciatura delle nostre proposte costruttive consigliamo al Presidente Cirio di non chiederci più collaborazione. Vedremo come proseguirà il lavoro sul Recovery, ma condanniamo questo modo di agire e precisiamo che se perderemo la partita di questa occasione epocale non sarà solo la maggioranza di centrodestra a retrocedere, ma trascinerà con sé i piemontesi” precisano gli esponenti dem. “Mentre il Governo cerca la concertazione con tutti gli attori interessati a scrivere un Piano per la ripartenza dell’Italia e istituisce di un tavolo permanente per il partenariato economico, sociale e territoriale, con il coinvolgimento delle parti sociali e degli enti territoriali, in Piemonte si continua, in modo miope, a evitare il confronto” concludono Gallo e Ravetti.

I commenti sono chiusi.