BI24_2010/20_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Preioni, Lega: “L’Italia non si merita tragedie come la funivia del Mottarone: chi ha sbagliato paghi”

Anche il presidente del gruppo Lega Salvini Piemonte Alberto Preioni ha preso parte oggi pomeriggio alla messa celebrata nella parrocchiale di Stresa in suffragio delle 14 vittime della funivia del Mottarone. “Ho voluto unirmi alla preghiera della comunità locale – ha spiegato Preioni – per assicurare la mia vicinanza alle famiglie dei defunti della tragedia avvenuta domenica e onorare la memoria di chi ha perso la vita”.
Preioni ha poi incontrato il sindaco Marcella Severino per fare il punto sull’inchiesta, alla luce degli ultimi sviluppi che hanno portato al fermo di tre persone e tra loro il gestore, che avrebbe ammesso la manomissione dei freni d’emergenza per non dover chiudere l’impianto. “Una vicenda con epilogo drammatico che a quanto pare si poteva evitare – ha dichiarato Preioni – se è vero come si legge sui giornali che il gestore della funivia precipitata a terra avrebbe confessato agli inquirenti di aver agito sostanzialmente in nome del profitto. A questo punto, in attesa che la procura di Verbania completi le sue indagini, non posso che augurarmi che una volta accertate le colpe chi le ha commesse venga punito e paghi il suo debito con la giustizia”. Preioni fa sapere anche di aver scritto al responsabile del Soccorso Alpino di Verbania, Matteo Gasparini, per “ringraziare i volontari che in questi giorni si sono impegnati allo stremo sul luogo della sciagura”.

I commenti sono chiusi.