BI24_2010/20_DAL CAPOLUOGO/2. Funivie Oropa: Regione, Provincia e Comune, un impegno per oltre 4 milioni di euro. “Ora i privati facciano la loro parte”

Gli enti pubblici sono pronti a schierarsi in prima linea per il rilancio delle Funivie di Oropa. Garantendone un futuro. Ma si aspettano un supporto anche dalle realtà private del territorio, che in chiave di risvolti turistici beneficeranno alla pari del pubblico del rilancio delle funivie. E’ questo il messaggio, forte e unanime, lanciato nel corso di una conferenza stampa organizzata questa mattina a Palazzo Oropa. Le Funivie Oropa rappresentano un fiore all’occhiello del Biellese e il sindaco Claudio Corradino si è presentato stamane, in gruppo compatto, insieme al presidente Gionata Pirali (Fondazione Funivie Oropa), al vicepresidente Emanuele Ramella Pralungo (Provincia di Biella) e ai rappresentanti in giunta e consiglio comunale.
“Regione, Provincia, Comune giocano di squadra per un bene comune e lo fanno in maniera massiccia pur in un momento difficile per via della pandemia, i privati supportino l’iniziativa per chiudere la somma necessaria per il restauro”, è il messaggio congiunto. La Regione, è stato spiegato in conferenza, garantirà per la gestione ordinaria due iniezioni di liquidità per quasi 50 mila euro. Mentre per i lavori dovuti al fine vita tecnico dell’impianto occorrono 4,5 milioni: sempre la Regione ha ribadito e assicurato un impegno di 2 milioni, la Provincia garantirà circa 600 mila euro rateizzati su base ventennale, il Comune annuncia un sostegno per 1,5 milioni tramite mutuo. All’appello mancano circa 400 mila euro.
“In un modo o nell’altro le salveremo, anche a discapito di altri interventi – dice il sindaco Claudio Corradino -, ma chi vuole il bene del territorio ora risponda presente. Perché mai come oggi gli enti pubblici mostrano unità di intenti per salvare la Funivia. Stiamo tutti lavorando per la stessa partita: Chiara Caucino, Elena Chiorino, Michele Mosca nostri rappresentanti in Regione, Emanuele Ramella Pralungo che è qui al mio fianco per la Provincia. La giunta e i consiglieri. Ma abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti”.
Dice il vice presidente della Provincia di Biella Emanuele Ramella Pralungo: “Rappresento un ente che è uscito da periodo molto duro e difficile, ma faremo la nostra parte. Ci spingeremo, sotto l’aspetto economico, fin dove possiamo, con il Comune di Biella che farà da capofila. Gli enti sono qui oggi a dire che faranno la loro parte, per sottolineare che rispondo presente alla chiamata. Però la parte privata non può trovare scuse. Ci aspettiamo una risposta dal territorio, perché gli investimenti sul turismo generano ricavi anche e soprattutto per i privati”.
Aggiunge il presidente della Fondazione Funivie Oropa Gionata Pirali: “Sulla gestione ordinaria le nostre problematiche di liquidità derivano da 7 mesi di chiusura, senza ristori: era inevitabile ritrovarci a fine aprile in sofferenza. Ho assunto l’incarico a fine ottobre, ho ereditato un ente che stava in piedi, ma non abbiamo più lavorato. Sul fronte della revisione non vi nascondo che sono preoccupato per i tempi sempre più stretti, ma il clima di unione odierno mi rincuora. Entro fine giugno dovremo fare la comunicazione al Ministero per annunciare i lavori di rinnovo e abbiamo molte operazioni burocratiche propedeutiche da concretizzare. Mi unisco all’appello di tutti: diamo corso a un’azione corale per raggiungere l’obiettivo”. Durante la conferenza sono intervenuti anche gli assessori Silvio Tosi, Barbara Greggio e il presidente del Consiglio Comunale Marzio Olivero garantendo sostegno, attenzione e spiegando come questa “è una scelta dovuta che comporta tuttavia per l’ente dei sacrifici”.

I commenti sono chiusi.