BI24_2010/20_IL FATTO. Biella: un gruppo di “bulletti” cerca di rubare una bici, in pieno giorno, in via Gobetti. Messi in fuga dall’intervento di una donna

_Ros
Ci sono veramente delle “baby gang” in giro per Biella? A giudicare dall’inquietante episodio a cui ho assistito ieri mattina, sembrerebbe proprio di sì, anche se non si tratta sicuramente di “vichinghi” del crimine. Al massimo di “mezze prozioni” da vandalismo…
I fatti: ero al Piazzo, prendo l’ascensore inclinato ed una volta sotto, mi incammino verso via Pitro Micca, costeggiando i parcheggi ex Boglietti. All’incrocio con via Gobetti, vedo un gruppo di giovanotti, alcuni a piedi, alcuni in bicicletta, che osservano con attenzione “qualcosa” che accade a pochi metri da loro.
Quello che accade è che un loro compare, sta cercando di rubare una bicicletta che si trova fuori da un palazzo. Ad un certo punto, da un’automobile scende una donna, che accorgendosi delle attenzioni del ragazzo, con grande coraggio comincia ad urlargli dietro fino a farlo desistere.
Il “ladruncolo” mancato, ritorna allora verso gli altri del gruppo, che intanto si stanno già allontanando dalla zona. La donna, non desiste: urla alla banda che certe cose non si fanno. A quel punto, i “giovinastri” ritornano indietro verso di lei. Ed a quel punto entro in scena io.
Fortunatamente, la mamma mi ha fatto grande e grosso: mi pongo a fianco della signora coraggiosa e tiro fuori il cellulare. Sto già chiamando i Carabinieri, quando i ragazzini spariscono in direzione di piazza Curiel. Questa volta è andata bene, ma se non ci fossimo stati io e quella donna?

I commenti sono chiusi.