BI24_2010/20_VOCI DA ROMA/1. Delmastro, Fdi: “Interrogazione parlamentare, per il Consiglio comunale di Salussola che è durato oltre le 22…”

_Andrea Delmastro (Deputato Fratelli d’Italia)
Il 5 maggio si è svolto il Consiglio Comunale di Salussola su di una vicenda di massimo rilievo per la popolazione tutta; il Consiglio Comunale di Salussola si è protratto oltre le ore 22. La Prefettura di Biella ha precisato che “sappiamo che il consiglio si è svolto, abbiamo appreso della durata. Dopo di che se qualcuno ha violato le norme relative al coprifuoco lo valuterà l’organo accertatore”.
A mio parere la partecipazione al Consiglio Comunale costituisce giustificato motivo ed il solo dubbio in ordine alla legittimità della partecipazione ad un Consiglio comunale, nel pieno rispetto del distanziamento sociale, da parte di un eletto è elemento inquietante in ordine alla tenuta del nostro sistema democratico.
Non si può infatti residuare dubbio alcuno in ordine al fatto che la partecipazione ad un Consiglio comunale da parte di un eletto, integri il “giustificato motivo” che la legge ha previsto per circolare oltre il coprifuoco e io stesso, rilevo di aver partecipato a diverse assemblee della Camera dei Deputati protrattesi ben oltre l’orario del coprifuoco.
Chiedo quindi quale sia la posizione del Governo in merito e se non si ritenga opportuno, emanare una circolare chiarificatoria in merito: il coprifuoco è misura che non può in alcun modo assurgere a strumento per inibire i Consigli comunali, luoghi della democrazia e della partecipazione democratica. Credo che anche solo alimentare il dubbio che la partecipazione da parte di un eletto ad un Consiglio comunale possa non integrare il “giustificato motivo” previsto dalla legge, sia inaccettabile.

I commenti sono chiusi.