BI24_2010/20_DALLA REGIONE PIEMONTE/2. Rossi, Pd: “Una pubblica amministrazione non può generare lavoro povero…”

Esprimo solidarietà ai lavoratori del settore di pulizia e sanificazione del Piemonte Orientale che stanno manifestando in piazza Castello a Torino e condivido la loro preoccupazione” il consigliere Regionale Domenico Rossi ha presentato lo scorso 24 marzo un’interrogazione per fare chiarezza sull’appalto aggiudicato con un ribasso del 30% che ricade in gran parte sui lavoratori e oggetto di diversi ricorsi al TAR.
“La pubblica amministrazione – dichiara Rossi – non può generare lavoro povero, anzi deve promuovere la giusta retribuzione e le condizioni contrattuali di maggior favore nei confronti del personale impiegato negli appalti pubblici e nelle concessioni lavori, forniture e servizi delle aziende sanitarie regionali, degli uffici regionali e delle agenzie della Regione”.
Proprio per questo motivo durante la scorsa legislatura l’esecutivo era intervenuto con un’apposita delibera allo scopo di fornire garanzie adeguate ai lavoratori. “Ho chiesto alla Giunta – spiega il consigliere Dem – se siano stati rispettati i criteri previsti da tele delibera che stabiliva di assicurare l’applicazione integrale dei contratti collettivi nazionali come garanzia per la giusta retribuzione e come base imprescindibile per la costruzione del capitolato d’appalto. Mi aspetto che venga fatta al più presto chiarezza”.

I commenti sono chiusi.