BI24_2010/20_IL MONDO VISTO DA BIELLA. Sandro Delmastro: “Il Cardinal Mario Zenari: ‘Il tempo sta per scadere per il popolo siriano’…”

_Sandro Delmastro delle Vedove
Il cardinale Mario Zenari, nunzio apostolico in Siria dall’inizio della guerra, ha lanciato il suo appello il 23 marzo durante una videoconferenza organizzata dalla Caritas Internazionale. “La pace (…) non arriverà in Siria senza la ricostruzione e senza la ripresa economica”, ha detto. “Ma quanto tempo dovranno aspettare i siriani? Il tempo sta per scadere. Molte persone hanno perso la speranza. Sono necessarie soluzioni urgenti e radicali”. Anche se, ormai, da alcuni mesi non cadono più bombe e missili, “è esplosa la terribile ‘bomba’ della povertà, che, secondo gli ultimi dati delle Nazioni Unite, colpisce inesorabilmente circa il 90% della popolazione”, ha sottolineato.
Oltre alla forte svalutazione della sterlina siriana, il prezzo del cibo è aumentato significativamente. “Nelle panetterie, la gente fa la fila per cercare di ottenere la razione di pane sovvenzionato disponibile. La stessa scena per la benzina in tutto il Paese. (…) La gente chiama questo momento difficile una ‘guerra economica’, peggiore di quella degli anni precedenti”, ha detto. Stando alla Caritas, un terzo della popolazione è fuggita dal Paese e 12,4 milioni di persone non hanno accesso affidabile al cibo e al riscaldamento.
Inoltre, 2,4 milioni di bambini non hanno accesso alla scuola. Per il nunzio vaticano, “l’attuale stallo politico” tra le parti in conflitto deve essere superato attraverso “passi reciproci, uno dopo l’altro, da parte del governo siriano, dell’opposizione e dei principali attori internazionali”. Nel ringraziare la Caritas e le altre organizzazioni internazionali di soccorso per i loro sforzi nell’emergenza, il Cardinale Zenari ha sottolineato che una soluzione a lungo termine deve consentire al popolo siriano di “ritrovare la pace e iniziare la ricostruzione” del proprio Paese.

I commenti sono chiusi.