BI24_2010/20_DA CONSORZIO IRIS. I servizi sociali durante l’emergenza: continua lo sportello di segretariato e l’assistenza domiciliare “leggera”

Le confesso una cosa: non avrei mai immaginato di dover venire un giorno in questo ufficio…” Molte volte, non sempre per fortuna, agli assistenti sociali del consorzio Iris è capitato di udire queste parole da persone che per la prima volta si accostavano ai servizi sociali. Non vorremo mai sentire questa affermazione – afferma il presidente del Consorzio iris Mariella Biollino – perché racchiude in sé un’ immagine del Servizio Sociale che non risponde a ciò che è realmente.
Le sedi territoriali sono aperte a tutti: anziani, minori, disoccupati, occupati, malati e in buona salute… persone con problematiche complesse o non. La funzione del Servizio Sociale infatti non è solo di intervenire in situazioni di estrema difficoltà, bensì anche di accompagnare la persona in momenti normali della vita e nelle normali difficoltà che si incontrano. Il Servizio ha la conoscenza e la preparazione per offrire le risorse di cui si può avere bisogno e di accompagnare eventualmente la persona nell’utilizzo di tali risorse”.
E oggi, in questo particolare momento di pandemia, i servizi sociali, più che mai sono vicini ai cittadini e alle amministrazioni dei territori in cui operano.
L’11 marzo del 2020, all’inizio dell’emergenza sanitaria Covid-19, il Consorzio I.R.I.S., in collaborazione con tutti i Sindaci dei comuni aderenti, ha attivato un servizio di segretariato sociale e domiciliarità leggera per sostenere i cittadini in situazioni di necessità attraverso interventi di consegna della spesa, dei farmaci, dei pasti, colloqui telefonici di sostegno o attivazione di altre attività, a seconda della necessità.
Ad un anno di distanza hanno utilizzato questo servizio 479 famiglie non conosciute prima al servizio, principalmente per richiedere aiuto temporaneo nella consegna della spesa o dei farmaci oppure per necessità economiche. 246 sono stati gli interventi finalizzati ad aiutare le famiglie nella compilazione della domanda per i buoni spesa erogati dai Comuni. Gli operatori hanno anche seguito i ragazzi nella didattica a distanza o altro. In questi giorni poi è possibile contattare gli assistenti sociali, anche per persone sole che fossero in difficoltà a iscriversi alle piattaforme regionali per la vaccinazione over 70.
Il servizio di segretariato è tuttora attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 presso tutte le sedi territoriali, e si invita tutta la popolazione che ne abbia bisogno a farne uso, qualora fossero in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria ancora in atto. Di seguito i numeri di telefono da contattare in base al proprio Comune di residenza:
Andorno Micca(Comuni di: Andorno Micca, Campiglia Cervo, Miagliano, Piedicavallo, Pralungo, Ronco B.se, Rosazza, Sagliano Micca, Tavigliano, Ternengo, Tollegno, Zumaglia) telefono 015.8352484; Candelo telefono 015.8352478; Cavaglià (Comuni di: Cavaglià, Dorzano, Roppolo, Salussola, Zimone) telefono 015.8352450; Gaglianico (Comuni di: Borriana, Cerrione, Gaglianico, Ponderano e Sandigliano) telefono 015.8352413; Valle Elvo (Comuni di: Camburzano, Donato, Graglia, Magnano, Muzzano, Mongrando, Netro, Occhieppo Inferiore, Occhieppo Superiore Pollone, Sala B.se, Sordevolo, Torrazzo, Zubiena) telefono 015.8352465; Verrone (Comuni di: Benna, Massazza, Verrone, Villanova Biellese) telefono 015.8352430.

I commenti sono chiusi.