BI24_2010/20_DALLA POLIZIA/1. Gli agenti intervengono in una casa per salvare una donna aggredita e trovano… una piantagione di “erba”

La Polizia interviene in un alloggio per soccorrere una donna aggredita dai suoi parenti e… scopre una serra di marijuana. E’ accaduto veramente, in questi giorni, in un paese del nostro Territorio. Tutto inizia con la chiamata alla centrale operativa del figlio della donna, che abita fuori provincia: l’uomo, chiede l’intervento degli agenti perché la madre lo ha avvertito di una violenta lite scoppiata, in casa, con il marito e la figlia.
Quando il personale in servizio arriva a destinazione, effettivamente trova la signora in stato confusionale e con una ferita al volto. I poliziotti chiamano immediatamente il 118, la donna viene portata al pronto soccorso per accertamenti ma quando tutto pare finito, uno di loro nota che… in salotto c’è una pianta di marijuana. A quel punto, logicamente, scatta la perquisizione.
Pochi minuti e gli agenti scoprono una stanza adibita alla coltivazione della “cannabis”: all’interno ci sono piante già “adulte”, germogli, vasi, un coltello a serramanico e l’immancabile bilancino. A quel punto, a prescindere dalle indagini che saranno svolte per fare luce sull’aggressione della donna, l’uomo e la donna ancora presenti nell’appartamento vengono deunciati a piede libero, per spaccio di sostanza stupefacenti.

I commenti sono chiusi.