BI24_2010/20_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Sono oltre 300, i giovani che si sono iscritti alla scuola politica del Pd, che prende il via da questa sera

Oggi alle 18.30 prende il via la nona edizione di “L’Arte di Amministrare”, corso di formazione in 6 appuntamenti organizzato dal Partito Democratico del Piemonte, destinato a chi amministra o si candida ad amministrare i Comuni del Piemonte, e anche ai nostri militanti che vogliono semplicemente conoscere meglio le norme e le dinamiche dell’attività amministrativa. Gli iscritti sono più di 300. Un numero importante che conferma la sete di conoscenza e di partecipazione, in un partito come il nostro, troppo spesso sottovalutato, ma che continua ad essere l’unico con una vera e capillare struttura territoriale. Nel 2021, saranno 148 i comuni piemontesi che andranno al voto: oltre ai capoluoghi Torino e Novara, anche 9 Comuni sopra i 15.000 abitanti. Un appuntamento importante, quindi, a cui il PD dedica un investimento formativo specifico, per non sprecare queste settimane di zona rossa, in cui è ancora oggettivamente difficile fare campagna elettorale.
In un momento politico complesso, segnato da una profonda crisi di fiducia tra cittadini e politica e dal forte disimpegno nei confronti della politica attiva, il popolo Democratico si distingue per la presenza, per la volontà non solo di partecipare ma anche di migliorarsi, di studiare, di prepararsi per dare il meglio di sé nei propri territori. I temi che proporremo sono seri ed ambiziosi: Bilancio comunale, programmazione economica, ordinamento degli enti locali, tributi, Legge di bilancio, fondi strutturali europei e Next Generation EU. I relatori sono Anna Paschero, Matteo Barbero e Marco Orlando. Interverranno, sulla base delle specifiche deleghe, i membri della Segreteria Regionale. La Provincia di Torino è la più rappresentata con oltre 100 iscritti ma anche dalle altre federazioni provinciali la partecipazione è alta.
Gli appuntamenti sono online, il giovedì tra le 18.30 e le 20.00. E’ ancora possibile iscriversi. Marco Lardino, responsabile della formazione del PD Piemonte: ” Il PD del Piemonte negli anni ha costruito una forte tradizione formativa che ha permesso la crescita di ottimi amministratori locali. Le iniziative della nostra Scuola di formazione politica raggiungono anche gli esponenti di liste civiche dei comuni più piccoli, permettendo di consolidare una diffusa cultura amministrativa e di rafforzare la rete degli amministratori che guardano al centro sinistra. Tramite la formazione, il Partito Democratico vuole offrire un servizio, gratuito e di qualità, che rappresenta un messaggio non solo tecnico ma anche politico: amministrare è un’arte che richiede studio e preparazione e la competenza nella comunità dei democratici è considerata un pre requisito per le candidature. Il PD ha migliaia di iscritti, anche molto giovani, che non vedono l’ora di dare il proprio contributo alla politica locale. I numeri di questa iniziativa restituiscono una fotografia della qualità della nostra presenza sul territorio e ci incoraggiano a proseguire e tenere alto il livello della proposta”.

I commenti sono chiusi.