BI24_2010/20_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Paolo Furia, Pd: “Elena Chiorino, lanciandosi contro lo ius soli, straparla di ‘furia immigrazionista’…”

_Paolo Furia (Segretario Pd Piemonte)
Alla assessora non sembra importare che in Italia ci sono migliaia di bambini nati qui, che parlano italiano come lingua madre, che condividono con bambini di famiglia italiana le scuole, che tuttavia non possono essere considerati cittadini italiani perché la loro famiglia magari sta ancora lottando per la cittadinanza magari dopo anni di onesto lavoro sul territorio. Alla assessora sta bene la discriminazione su base razziale dei bambini.
Detta così suona male ma è di questo che vogliamo parlare noi invece: della creazione di un clima di eguaglianza e fiducia tra i bambini nelle nostre scuole, senza differenziazioni di cittadinanza. Praticamente tutti i paesi americani hanno lo ius soli. Similmente la Francia, la Gran Bretagna, la Germania, l’Irlanda. Si tratta dunque di una politica sensata, volta a migliorare l’integrazione e quindi a ridurre tensioni sociali e conflitti tra persone. Tutti gli Italiani ne avrebbero beneficio. Lo sa anche Chiorino, ne sono certo: però a lei e ai suoi Fratelli d’Italia conviene che si mantengano le tensioni legate all’immigrazione, altrimenti una parte importante dei loro argomenti di propaganda verrebbe meno. Drammatico, ma è così.

I commenti sono chiusi.