BI24_2010/20_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Lanzo, Lega: “Ordine del giorno per sostenere il settore vitivinicolo piemontese dopo il Covid”

Il consigliere Riccardo Lanzo, vicepresidente del gruppo Lega Salvini Piemonte e presidente della commissione Autonomia, ha presentato un ordine del giorno a sostegno del settore vitivinicolo piemontese, per impegnare la giunta a mettere in campo qualunque azione volta ad ottenere un rinvio delle autorizzazioni di reimpianto e nuovo impianto al 31 dicembre del prossimo anno.
“Dobbiamo prendere atto che il settore della viticoltura, tanto strategico per il nostro Piemonte, è anche uno di quelli che ha subito maggiormente le conseguenze economiche della pandemia – ricorda il consigliere Lanzo – tanto sul fronte delle vendite e dell’export quanto su quello delle capacità di re-investimento per il suo sviluppo. Nonostante questo scenario, la regolamentazione vigente ha prorogato le autorizzazioni di reimpianto e di nuovo impianto solo al 31 dicembre di quest’anno. Una decisione evidentemente riduttiva, quando sarebbe anzi necessario uno slittamento al 31 dicembre del 2022 sia delle pratiche in scadenza nel 2020 sia di quelle in scadenza quest’anno.
“Per le stesse ragioni, sarebbe poi auspicabile un rinvio delle misure di ristrutturazione e riconversione dei vigneti. A fronte di un quadro economico tanto fosco, è infatti evidente che le aziende non siano oggi in grado di effettuare gli investimenti necessari per la realizzazione di queste opere, nonostante il loro mancato completamento preveda l’applicazione di sanzioni e l’esclusione dai bandi per i successivi tre anni. Siamo comunque certi che la nostra giunta lavorerà con attenzione e sensibilità per perseguire un obiettivo fondamentale per centinaia e centinaia di imprese del settore”.

I commenti sono chiusi.