BI24_2010/20_DALLA POLIZIA PENITENZIARIA. Beneduci: “Otto marzo: nei suoi auguri, Mattarella ha dimenticato le nostre colleghe…”

_Leo Beneduci (Segretario Generale Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria)
Rispetto al filmato diffuso sugli Auguri per l’otto marzo da parte del Presidente della Repubblica alle donne delle Forze Armate e di Polizia tra Esercito, Marina e Aeronautica, Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza, mancava solo la Polizia Penitenziaria.
Siamo peraltro convinti che l’assenza al Quirinale di una donna appartenente al quarto Corpo di polizia dello Stato, quale è la Polizia Penitenziaria se di errore si tratta non sia da addebitarsi al Cerimoniale della Presidenza della Repubblica, ma consegua allo stato di disinteresse e al sostanziale abbandono organizzativo che ha caratterizzato la gestione del Corpo negli ultimi due anni.
E’ nostro dovere quindi che laddove si consideri la generale penalizzazione degli appartenenti alla Polizia Penitenziaria, tale disagio grava ancora di più nei confronti delle figure femminili del Corpo e in tal senso richiamiamo l’attenzione della Guardasigilli Cartabia rispetto alle disfunzioni arrecate da una Amministrazione Penitenziaria Centrale di giorno in giorno sempre più incompatibile con le esigenze degli uomini e soprattutto delle donne che operano per la sicurezza della collettività nelle carceri.

I commenti sono chiusi.