BI24_2010/20_8 MARZO: DONNE E COVID. La storia di “P.”: con il virus in corpo, in quarantena, ha continuato a fare i 1000 lavori di ogni giorno

_Roberto Scucca
“Il covid? Credo di aver fatto la variante inglese. Poca febbre, niente problemi respiratori ma a livello fisico, sembra che ti sia passato sopra un camion…”. Le parole sono di “P.”, una donna biellese che nelle scorse settimane, tra un giorno di lavoro ed un lavoro fatto in casa, ha scoperto, o meglio, capito, di aver contratto il coronavirus.
“O mio Dio”, avrebbero detto tante donne nella sua posizione, prima di mettersi a letto, prima di chiamare il medico, di fare il tampone, di arrendersi, di fermare la propria vita in nome di questa fantomatica pandemia. “P.”, invece, no. “P.” è una vera fumna biellese e di fronte alla malattia, al dolore, alla paura, ha risposto come una… piccola Pietro Micca.
Si è messa in quarantena: ovvio. Ma non ha chiamato nessun dottore, né richiesto nessun tampone: finalmente un po’ di normale coraggio. E poi? E poi, chiusa in casa, con un marito disabile da controllare e, allo stesso tempo, tenere giustamente a distanza, ha continuato a fare quello che fa ogni giorno: occuparsi con tutto il cuore, la forza, l’abnegazione possibili, della sua famiglia, dei suoi spazi, della sua quotidianità…
Il “mocio” da passare, il “Folletto” che arriva subito dopo e poi il piumino per la polvere, il bagno da lavare, lo sgrassatore da spruzzare ovunque. Disordine, macchie, i panni da lavare e quelli da stendere: la vita di una donna, non si ferma mai. Non si può fermare. Se no si ferma il mondo… Altro che covid.
La storia di “P.”, è la storia con cui voglio concludere questa giornata che Biella24.com ha voluto dedicare a tutte le nostre “fumne”, in questo momento in cui, mai come oggi, è importante che tutti guardino alle donne per imparare, imitare, comprendere. Imparare a combattere in maniera semplice. Imitare chi veramente non molla mai. Comprendere che di fronte ad ogni cosa, una donna ha sempre la soluzione migliore: il fare.



 

I commenti sono chiusi.